come curare i talloni spaccati

Con l’ arrivo delle primavera, cominciano a  far capolino le prime giornate di sole e il caldo comincia a  farci avvertire come troppo pesanti gli indumenti indossati fino a  quel momento, per non parlare delle scarpe! Sembra adesso insopportabile la sensazione di tener chiusi e soffocati i nostri piedi in scarpe e calzini, poco traspiranti, al punto da ritrovarci  piedi lessi!  Chi ha la tendenza a  sudare molto i piedi, ben lo sa come e facile ritrovarsi, dopo l’ inverno con i piedi dalla pelle assottigliata, penzolante e talvolta spaccata. I talloni sono i più soggetti alle spaccature della pelle soprattutto se questa è molto secca e/ o non ne  abbiamo avuto molta cura durante l’ inverno. Ora che finalmente abbiamo la possibilità di scoprire i nostri piedi, corriamo il rischio di ritrovarci quindi con i talloni spaccati  e la pelle desquamata, uno spettacolo non proprio piacevole, soprattutto se intendiamo indossare magari dei bei sandali. Vediamo insieme allora come curare i talloni spaccati:

per prima cosa dobbiamo fare un bel pediluvio, riempiamo quindi una bacinella con dell’ acqua calda e mettiamo al suo interno un pò di detergente e qualche goccia di olio essenziale  di lavanda e di tea tree oil, il primo infatti è molto lenitivo, mentre il secondo è un antibatterico naturale.  Lasciate i piedi in immersione per una decina di minuti, poi prendiamo del bicabonato di sodio e massaggiamoci i piedi, insistendo particolarmente sui talloni per esfoliarli. Dopo risciacquate i piedi e quindi asciugateli. Quando avrete finito spalmate su tutti i piedi una crema idratante molto ricca che avrete mescolato con qualche goccia di olio essenziale di lavanda e un goccio di olio di mandorle dolci. Poi indossate dei calzini ed andate a dormire,  è preferibile infatti eseguire questo trattamento prima  di andare a dormire, in quanto la pelle è più recettiva.