come curare il fegato grasso

La  steatosi epatica ( chiamata anche fegato grasso) è un accumulo di grasso nelle cellule del fegato. È normale avere dei grassi nel fegato, ma quando più del 5 -10 per cento è grasso, può essere considerata steatosi epatica, una condizione patologica. Un accumulo di grasso nel fegato rende vulnerabile a ulteriori lesioni, che possono causare infiammazioni e cicatrici. La causa principale alla base di un fegato grasso è dovuta ad un eccessivo consumo di alcol o ad altri fattori di rischio come il colesterolo alto, ipertensione, obesità, diabete di tipo 2, l’epatite virale, rapida perdita di peso e malnutrizione. In generale, le persone con malattia del fegato grasso non hanno sintomi, soprattutto all’inizio. Tuttavia, alcune persone possono provare dolore addominale, stanchezza, perdita di appetito e una sensazione generale di malessere.  Questo è il motivo per cui la diagnosi corretta è importante prima di iniziare qualsiasi trattamento. Attualmente, non esiste alcun trattamento efficace per la malattia del fegato grasso. Tuttavia, si tratta di una condizione reversibile e di solito può essere trattata con semplici cambiamenti nello stile di vita, nella dieta e grazie  ad alcuni rimedi casalinghi. Vediamo insieme allora come curare il fegato grasso:

l’ aceto di sidro di mele è uno dei migliori rimedi per la malattia del fegato grasso. Essa aiuta a sbarazzarsi del grasso accumulato dentro e intorno al fegato e favorisce la perdita di peso. Inoltre, favorisce il funzionamento del fegato  e riduce l’infiammazione dell’ organo. Aggiungere 1 cucchiaio di aceto di sidro di mele non filtrato in un bicchiere di acqua tiepida. Facoltativamente, aggiungere un po ‘di miele. Bere 2 volte al giorno, prima dei pasti. Seguire questo rimedio per un paio di mesi. Il limone contiene elevate quantità di vitamina C, un antiossidante che aiuta a produrre gli enzimi del fegato chiamato glutatione. Il glutatione neutralizza le tossine, quindi limone aiuta il fegato, favorendo la sua disintossicazione . Spremere il succo di ½ limone in un bicchiere d’acqua. Bere 2 o 3 volte al giorno per diverse settimane. Il tè verde grazie al contenuto di catechine ad alta densità migliora la funzione epatica e l’infiltrazione di grasso nei pazienti affetti da steatosi epatica non alcolica. Il tè verde aiuta a bloccare la quantità di grasso immagazzinato nel fegato e migliora la funzione epatica.