Come curare l’ acquario

Avere un acquario in casa è molto bello, è possibile ammirare tanti pesci colorati che nuotano tra le piante e l’ ambientazione che avrete creato nel vostro  acquario, riproducendo in piccole proporzioni il fascino dell’ habitat degli organismi marini e degli abissi, ma affinchè gli animali stiano al meglio e l’ acquario stesso funzioni bene è opportuno e doveroso operare una corretta manutenzione, vediamo allora come curare l’ acquario:

  • per prima date da mangiare ai vostri pesci basandovi sulle quantità suggerite sulle confezioni del mangime.
  • Cambiate l’ acqua  al vostro acquario per circa un 30 % ogni 3 settimane per avere sempre un ambiente favorevole per i vostri pesci e le piantine.
  • Prendevi cura  anche dei filtri pulendoli con cura.
  • Anche il fondo ed i vetri dell’ acquario vanno puliti con cura, rispettivamente con un sifone e con raschietti calamitati.
  • Particolare attenzione va riservata alle alghe infestanti dell’  acquario che come qualsiasi altro essere vivente per sopravvivere necessitano di nutrimento, pertanto se riducete al minimo il loro sostentamento, dovreste quanto meno limitarne il proliferare. Non tenete troppi pesci nell’  acquario in quanto queste alghe si nutrono di sostanze organiche. Per limitare il proliferare delle alghe infestanti nell’  acquario è anche necessario non nutrire più del necessario i pesci, i quali se sovranutriti produrranno maggiori scarti, di cui si nutrono queste piante e potreste compromettere anche la salute dei pesci stessi. Ad ogni modo se volete tenere in casa molti pesci e le alghe cominciano ad essere davvero troppo, può essere utile pensare di installare un secondo e/o terzo filtro da controllare e pulire spesso. Esistono in commercio anche degli appositi prodotti antialghe che sono facilmente reperibili nei negozi specializzati per acquari.