Come curare l’ ibisco

L’ ibisco è una pianta che vanta tantissime varianti, tutte appartenenti alla famiglia delle Malvaceae , la più amata tra queste è senza dubbio è l’ hibiscus syriacus, in quanto produce dei fiori bellissimi, quelli rappresentati nei quadri con le  donne polinesiane che ne fanno sfoggio tra i capelli per intenderci, dai colori che vanno dal  belli nei colori bianco, al rosa, dal lilla  al viola. Le infiorescenze avvengono in estate, ma  questa piante non necessita  di particolari cure e resiste molto bene anche all’ inverno. Si tratta di piante ornamentali molto belle che in tanti scelgono  di utilizzare come piante ornamentali, magari in giardino o in vaso. Ad ogni modo vediamo insieme  come curare l’ ibisco:

l’ ibisco è un fiore che ha bisogno di tanta luce  e proprio per questa  sua necessità, per non seccarsi necessità anche di ’ umidità per il terreno.

Se avete intenzione di posizionare il vostro vaso in terrazza o sul balcone, se risiedete in una  zona  piuttosto fredda o comunque soggetta  a sbalzi termici, si consiglia  di posizionare il vaso  all’ interno della vostra casa, però abbiate l’ accortezza di far cambiare spesso aria  alla stanza in quanto questa pianta ne  ha bisogno.

Per quanto concerne invece  il terriccio  da impiegare e dal quale la vostra pianta di ibisco trarrà il suo nutrimento, si tratterà di preparare un miscuglio con terreno concimato, foglie, torba e sabbia, questa miscela premetterà all’ acqua  di scivolare via facilmente  quando andrete ad innaffiare .

Per quanto concerne invece il quantitativo di  acqua di cui necessita  la pianta  di ibisco, sappiate che  in estate dovrà essere innaffiata in maniera quotidiana e piuttosto abbondante, prestate però attenzione affinchè non si formino ristagni d’ acqua pericolosi per le  radici, in inverno invece le innaffiature saranno più sporadiche.