come curare la blefarite

Con il termine blefarite si intende una infiammazione a carico dei margini della/delle palpebra/e, a ridosso della ciglia. Questa provoca gonfiore e rossore della zona e può portare anche bruciore agli occhi e può sfociare anche in forme eritematose, squamose e ulcerose. Si tratta di un fastidio piuttosto diffuso quello che presenta i sintomi appena descritti, ma può presentarsi anche con piccole squame sul bordo ciliare e prurito particolarmente intenso. In altri casi può anche avere dei processi suppurativi dei follicoli delle ciglia, con formazione di croste e piccole ulcerazioni, tali da portare alla caduta delle ciglia ed alla formazione di cicatrici sulle palpebre. Questa infiammazione è causata da batteri che trovano terreno fertile tra le ciglia , soprattutto di quelle persone particolarmente predisposte, come coloro i quali soffrono di acne rosacea e dermatite seborroica. Fortunatamente la blefarite non è contagiosa e si cura facilmente, ma non è da escludere che essa si ripresenti, vediamo insieme allora come curare la blefarite:

per curare questa infiammazione esistono diversi sistemi, quello ufficiale e sicuramente più efficace è costituito da farmaci ad hoc che vi prescriverà il medico o vi consiglierà lo stesso farmacista. E’ possibile optare anche per delle alternative o coadiuvanti naturali per eliminare tali fastidi. Ci sono piante ed erbe molto efficaci in tal senso, il mirtillo ad esempio, aiuta il microcircolo sanguigno, l’ artiglio del diavolo è un antinfiammatorio naturale, inoltre al posto dei collori a basi di antibiotici e/o le pomate oftalmiche, possiamo anche utilizzare un decotto di eufrasia come collirio, questa infatti aiuta a decongestionare ed a lenire i rossori. Per rimuovere eventuali squame e per avvertire meno tensione nella zona infra-cigliare e della palpebra, possiamo fare degli impacchi caldi sugli occhi, in pratica si tratta di immergere delle spugnette perfettamente pulite in acqua calda, strizzarle ed applicarle sugli occhi, lasciandole agire per qualche minuto, l’ operazione andrà ripetuta più volte al giorno.