Come curare la congiuntivite

La congiuntivite è una malattia abbastanza fastidiosa che colpisce gli occhi e che viene provocata o da infezioni o da allergie. Si tratta, quindi, di un’infiammazione che va ad interessare la congiuntiva, vale a dire la membrana che riveste la palpebra e che, in alcuni casi, può riguardare anche la cornea. Questo disturbo è particolarmente diffuso in quanto la congiuntiva è molto esposta agli agenti esterni.

Ovviamente la congiuntivite può avere origini diverse; può essere di origine virale, allergica o batterica e può quindi manifestare sintomi diversi a seconda dei casi.

La prima cosa da fare per curare la congiuntivite è individuarne la natura e le origini.

La congiuntivite virale è considerata molto contagiosa e abbastanza difficile da curare; generalmente si lascia che guarisca da sola ed in media sono necessari da una a tre settimane.

La congiuntivite batterica è generalmente accompagnata da secrezioni collose di tipo gialle o verdi all’angolo dell’occhio; nei casi più gravi queste secrezioni possono arrivare ad incollare le palpebre. In ultimo la congiuntivite allergica è quasi sempre accompagnata da altri sintomi di tipo allergico, come naso chiuso, occhi che lacrimano e così via; in linea di massima anche questo tipo di congiuntivite si può curare a casa ma nei casi di soggetti che soffrono di forme allergiche abbastanza acute, si consiglia sempre di rivolgersi a un medico.

 

Come curare la congiuntivite: i rimedi naturali

Dopo aver individuato i diversi “tipi” di congiuntivite è bene ora vedere quali sono i rimedi da adottare per curarla. Iniziamo dai rimedi naturali che nella maggior parte dei casi si dimostrano molto utili nella cura della congiuntivite.

Un buon aiuto può venire dall’alimentazione; la vitamina A infatti è molto utile per la salute dei nostri occhi, quindi se soffrite di congiuntivite sarebbe bene arricchire la vostra dieta con alimenti come carote, patate dolci, zucca, albicocche, cavolo verde e così via.

Altrettanto importante è adottare una serie di accorgimenti nella vita quotidiana, al fine di limitare o evitare una serie di comportamenti che potrebbero peggiorare la congiuntivite.

Buona norma è lavarsi bene le mani prima di qualunque contatto con gli occhi, cercare di evitare le piscine a causa del cloro che potrebbe irritare ulteriormente gli occhi, prendere l’abitudine di pulire gli occhi con acqua fredda ed evitare l’utilizzo di cosmetici. Al fine di evitare contagi sarebbe bene utilizzare asciugamani personali e indossare lenti scure quando ci si espone alla luce diretta del sole.

Dalla natura arrivano poi una serie di rimedi che aiutano a decongestionare gli occhi e ad alleviare i disturbi derivati dalla congiuntivite. Molto utile è ad esempio preparare delle “compresse di camomilla”, che altro non sono se non bende immerse in un infuso di camomilla per almeno 10 minuti. Oltre alla camomilla, hanno un effetto decongestionante anche i semi di finocchio che risultano particolarmente rinfrescanti per gli occhi, le patate che contribuiscono a ridurre l’infiammazione e l’aloe che aiuta a lenire il fastidio.

Nel caso in cui questi rimedi non risultassero efficaci è possibile ricorrere a colliri senza ricetta, ovvero lubrificanti salini che contribuiscono ad alleviare la secchezza degli occhi e a espellere gli agenti contaminanti che potrebbero favorire l’insorgere delle complicazioni.

Nel caso in cui la congiuntivite persista o si presenti con una certa continuità è sempre bene rivolgersi a un medico per seguire una cura farmacologica adeguata.