Come curare la forfora

Incubo della fase adolescenziale, spesso la forfora non ci lascia dopo il diploma ma continua a perseguitare le spalle e gli indumenti di tanta gente. Vediamo insieme come curare la forfora.

 

Come curare la forfora

Combattere un nemico significa conoscerlo. Cos’è la forfora?

Quella polvere bianca che tormenta capelli, colletti e spalle di tanta gente altro non è che il risultato di uno squilibrio nel processo di desquamazione delle cellule del nostro cuoio capelluto.

La forfora ha tra le sue tante cause specifici disturbi come la dermatite seborroica, lo stress, l’utilizzo di cosmetici aggressivi e, in ultimo, alcuni motivi climatici. In questo va infatti distinta la forfora fisiologica da quella patologica e da quella occasionale.

 

Come fare per curare la forfora?

In commercio esistono diversi prodotti, come shampoo e lozioni, appositamente studiati per curare e contrastare il fenomeno.

Lavare spesso i capelli aiuta a rimuovere la presenza delle impurità e della forfora in accumulo e anche una sana alimentazione può venire in aiuto.

Già, perché assumere semi germogliati e legumi aiuta a contrastare il fenomeno. Per curare la forfora una dieta ricca di frutta come mele, pere, fragole, anguria, nespole, melone, frutti di bosco, mango, ananas, pompelmo e arance è utilissima, mentre un divieto d’accesso deve essere imposto a zuccheri, burro, panna, salumi, frittura, formaggi grassi e caffé.

Anche i massaggi sono utili per curare la forfora, soprattutto quello di riflessologia plantare che parte dai piedi per arrivare a interagire con la testa, specialmente con  l’ipofisi e altre ghiandole endocrine.

E poi ci sono le scuole di rimedio naturale. Tra i rimedi fitoterapici utili per curare la forfora c’è l’olio essenziale di Betulla e il Tea Tree oil, spesso abbinati in uno shampoo. Sotto forma di lozione contro la forfora troviamo anche, tra i fiori di Bach, l’Olive, il Lach, il Beech e il Wild Rose.