Come curare la mononucleosi

Da molti conosciuta come la ‘malattia del bacio’, la mononucleosi rappresenta un’infezione non proprio così romantica come si pensa e deve essere opportunamente contrastata. Come curare la mononucleosi?

 

Conoscere la mononucleosi

Cos’è la mononucleosi? Con il termine ‘mononucleosi’ si suole intendere una malattia infettiva di tipo contagioso e acuto contraddistinta da un’alta percentuale di globuli bianchi nel sangue causata dal virus di Epstein-Barr. Questo virus, responsabile di una massiccia attivazione del sistema immunitario, viene trasmesso a contatto con i soggetti affetti, soprattutto per mezzo della saliva. Da qui il nome ‘malattia del bacio’.

Tra i sintomi della mononucleosi troviamo sicuramente il mal di gola e la febbre, ma ancor di più un senso di estrema spossatezza (astenia) e l’ingrossamento dei linfonodi del collo, della nuca e delle ascelle. Spesso si manifesta un aumento di volume della milza e un’alterazione della funzionalità epatica.

Come viene diagnosticata la mononucleosi? Sono necessarie delle comuni analisi del sangue, capaci di mettere in risalto la massiccia presenza degli anticorpi diretti e di globuli bianchi caratteristici (grosse dimensioni).

Come curare la mononucleosi?

Armatevi di santa pazienza e abnegazione. Purtroppo, non esistono in commercio farmaci in grado di debellare immediatamente il virus responsabile della mononucleosi. Questa malattia, infatti, è di tipo autolimitante e, dopo alcuni mesi di riposo e grazie all’assunzione di antipiretici e antinfiammatori per attenuare i sintomi, la mononucleosi fa il suo normale decorso, naturale, e abbandona il soggetto.

Dunque curare la mononucleosi passa per il riposo e la cura dei sintomi.

Va detto che il decorso può durare alcuni mesi e il riposo forzato, per chi lavora, non può durare troppo a lungo. È opportuno dunque consumare cibi nutrienti e ricchi di proteine, cereali, frutta e verdura.

Va posta una certa attenzione al fegato, già gravato di suo, evitando fumo, alcol, grassi saturi e cibo spazzatura.

Tra i rimedi naturali per curare la mononucleosi esistono molti antivirali, tra cui l’aglio, l’echinacea e il sigillo d’oro. Omeopatia, agopuntura e aromaterapia possono contribuire ad accelerare il decorso.