Come curare le adenoidi nei bambini

Le adenoidi si curano anzi, spesso regrediscono nei bambini dopo i sei anni. Va inoltre puntualizzato che non è consigliabile scegliere di far operare il bambino se è inverno, perché è la patologia adenoidea è altamente stagionale ed è aggravata dai virus invernali e dal freddo.

Se la situazione di vostro figlio non è molto grave conviene aspettare e ripetere la visita dopo l’estate, dato che molti bambini non ne hanno più avuto bisogno.

In attesa dell’intervento e per ridurre i fastidiosi sintomi, basta adottare alcun semplici accorgimenti, delle routine quotidiane al quale dovrete abituare il vostro bambino.

Una di queste è quella di tenere sempre le mucose nasali umide e contenere il più possibile la presenza dei muchi. Per farlo è molto utile lavare il naso con la soluzione fisiologica da spruzzare nel naso del bambino con una siringa senza ago. In commercio esistono diversi tipi di spray per questo scopo ma la soluzione fisiologica è molto più economica ed ha la stessa funzionalità. Lavate il naso del vostro bambino più volte al giorno, soprattutto al mattino appena sveglio e la sera prima di andare a letto. Questo metodo consente di tenere pulite le mucose nasali e impedire lo sviluppo di germi. Per la stessa ragione è utile soffiargli spesso il naso.

Per permettergli di respirare bene anche durante la notte aggiungete un cuscino sotto il materasso così da tenere la testa più sollevata il che favorisce la respirazione.

Di solito inoltre i bambini che hanno le adenoidi sono anche inappetenti. Non sforzateli molto e offritegli alimenti freddi, liquidi e cremosi che possono mangiare più facilmente e in piccoli bocconi. Bere molti liquidi inoltre fa sì che le secrezioni nasali si mantengano più fluide e quindi più facilmente eliminabili. Per la stessa ragione è utile usare umidificatori ambientali notturni e aerosol con soluzione fisiologica.