come curare le cisti alle palpebre

Una cisti su una palpebra, nota anche come calazio, è un piccolo nodulo che compare sotto la pelle della palpebra a causa di una ghiandola ostruita del sebo. Si può sviluppare sulla palpebra inferiore o superiore. Non è contagiosa ed è più comune negli adulti rispetto ai bambini. Questa  cisti  è simile a un orzaiolo, ma di solito è più grande e meno dolorosa. Quando infetta, può diventare più gonfia, rossa e dolorosa. Le persone  che spesso toccano le palpebre con le mani sporche sono più inclini a sviluppare questo problema, così come  chi tende a produrre più sebo. Le cisti alle palpebre di solito non sono gravi e solo raramente possono ostruire la visuale o pongono un problema immediato per l’occhio. La maggior parte delle cisti p guariscono da sole entro 2- 8 settimane. Tuttavia, è possibile utilizzare alcuni rimedi casalinghi per aiutarle a guarire più velocemente. Scopriamo insieme allora come  curare le cisti alle palpebre:

fare un impacco caldo è uno dei migliori rimedi per le cisti della palpebra. Il calore aiuta la circolazione del sangue per aumentare l’area e favorisce il drenaggio della ghiandola. Essa contribuisce anche a ridurre il dolore e gonfiore. Immergere un panno morbido in acqua calda (acqua pulita e sterilizzata) e strizzare l’eccesso. Tenere questo panno umido sulla palpebra chiusa per 5-10 minuti. Ripetere 3 a 4 volte al giorno per 2 settimane. Usando le dita, massaggiare delicatamente la zona in direzione verso l’alto. Massaggiare per 2 o 3 minuti un paio di volte al giorno. Molte persone hanno anche riportato risultati positivi dopo l’utilizzo di aceto di mele, infatti grazie alle sue proprietà anti-infiammatorie e antisettiche, aiuta a ridurre il dolore e l’infiammazione e persino a combattere le infezioni. Mettere 2 cucchiaini di aceto di mele non filtrato in 1 tazza di acqua calda. Immergere un batuffolo di cotone in questa soluzione e applicarlo sulla zona interessata per circa un minuto. Seguire questo rimedio tre volte al giorno per un paio di giorni.