Come curare le ragadi alle mani

Le ragadi  sono delle fastidiose lacerazioni della pelle  che possono provocare molto  fastidio, in  quanto, soprattutto  se avete preso molto freddo, in quanto le  mani  possono arrivare a far male  e perfino a spaccarsi mostrando antiestetici taglietti, soprattutto se la pelle  è molto  secca  e  tira. Quello della pelle secca è un problema che colpisce molte persone e che va a peggiorare soprattutto con l’arrivo della stagione invernale, quando la  pelle  delle  mani può arrivare addirittura  a  desquamarsi. Chi soffre di ragadi alle  mani solitamente è maggiormente soggetto all’ invecchiamento cutaneo e le  cause di questo problema sono varie e possono andare dal fattore genetico a quello climatico, da particolari patologie come psoriasi, cirrosi epatica, ipotiroidismo, e ancora stress, ed eccessiva esposizione a fattori quali sole, aria condizionata, vento etc. Generalmente si  diffondono tra le  dita, intorno alle  unghie e possono perfino interessare tutta la mano. Vediamo insieme allora come curare le ragadi alle mani:

per prima  cosa curate l’ idratazione sia utilizzando  creme specifiche, sia garantendo all’ organismo 2 litri di acqua al giorno o più. Prima di applicare la crema, generalmente   a base di nitrato d’ argento o antibiotico,  è necessario detergere bene la pelle. Una volta applicato il prodotto poi è necessario massaggiarlo bene in modo da favorire l’assorbimento delle sostanze nutrienti. Se non ci  sono taglietti, potreste  eseguire ul leggero  scrub per rimuovere le  cellule morte, utilizzando  sempre  prodotti delicati. Sembrerà  strano ma è opportuno  anche evitare lo stress in quanto è un fattore che nuoce alla salute della pelle e al suo aspetto. E’ consigliabile a tal proposito praticare attività rilassanti quali yoga e pilates. Ovviamente come sempre ciò che mangiamo incide sulla problematica  pertanto è fondamentale seguire una dieta ricca di frutta e verdura e soprattutto di vitamina C e E. Altri fattori nutrizionali importanti sono omega 3 e omega 6. Da evitare o ridurre al minimo gli alimenti fritti e ricchi di grassi. Anche il consumo di sale deve essere ridotto. Quando uscite poi, soprattutto nelle  giornate fredde ed umide, indossate sempre i guanti.