come curare un’ irritazione delle ascelle

Quella delle ascelle è una zona sudata e poco areata,  e per questo  incline ad irritazione e attrito, quindi le ascelle sono particolarmente vulnerabili alle eruzioni cutanee, situazione che può aggravarsi, fino a presentare dei veri  e propri sfoghi cutanei, qualora ci si depili e/o si utilizzino deodoranti troppo aggressivi per la pelle. I sintomi più comuni di una eruzione cutanea dell’ ascella includono prurito, piccole protuberanze sulla pelle, arrossamento della pelle, desquamazione,  dolore e l’aumento degli odori. Le più gravi eruzioni cutanee dell’ ascella possono provocare secchezza, screpolature,  dolore e la formazione di vesciche sulla pelle, che porta a febbre, in alcuni casi. Diversi fattori possono causare questi fastidi, come i metodi di rasatura impropri, un uso eccessivo di prodotti chimici, sudorazione eccessiva, indossare regolarmente vestiti stretti e sintetici, l’ esposizione ad un clima caldo, l’attrito e la scarsa igiene personale. L’ irritazione può dipendere anche  da qualche infezione fungina, virale o batterica o anche per una reazione allergica. Le eruzioni cutanee dell’ ascella minori, possono essere trattate, mantenendo una corretta igiene e con alcuni semplici rimedi casalinghi. Vediamo insieme allora come curare un’ irritazione delle ascelle:

è possibile utilizzare degli impacchi freddi per ridurre il prurito e il bruciore, due dei più comuni sintomi di un’eruzione cutanea all’ ascella. Avvolgere un paio di cubetti di ghiaccio in un asciugamano di cotone sottile e tenerlo sulla zona interessata per un paio di minuti. Prenditi una pausa e poi ripetere. Fate questo per 10 minuti, un paio di volte al giorno. Si può anche lavare la zona con acqua fredda un paio di volte al giorno. Assicurati di asciugare la zona completamente dopo averlo fatto. L’ olio di cocco extra vergine può aiutare a eliminare l’irritazione causata da un’eruzione ascellare. I suoi grassi sani e la vitamina E contenuta, aiutano a mantenere la zona idratata, calma il prurito e favorisce la guarigione . Si riduce anche l’attrito che può peggiorare la condizione e previene l’infezione. L’aloe vera è un altro trattamento utile,  grazie alle sue proprietà antibatteriche e antifungine. La sua natura lenitiva allevia il prurito e riduce il rossore. Infine mantenere una corretta igiene per promuovere la guarigione. Non indossare abiti attillati. Optare per abiti larghi in fibre naturali (cotone, juta) per permettere alla pelle di respirare correttamente. Non usare deodoranti a base chimica , profumi, antitraspiranti o lozioni per il corpo a meno che non siano prescritti da un dermatologo.