Come curare una lussazione alla spalla

La lussazione è un trauma articolare che riguarda soprattutto le articolazioni più grandi e maggiormente esposte con un maggior grado d’escursione articolare , come quella scapolo-omerale, del gomito, del ginocchio, dell’anca ma anche quella delle dita. Essa consiste in uno spostamento reciproco e permanente degli estremi ossei di un’articolazione dovuto alla rottura della capsula articolare e dei legamenti che la attorniano. Si può parlare di lussazione completa, quando la perdita dei normali rapporti ossei è totale, oppure di sublussazione , quando esiste ancora un margine di contatto tra le superfici articolari. I sintomi sono un anomalo profilo dell’articolazione, la presenza di gonfiore e dolore forte e circoscritto alla palpazione, che diminuisce a riposo, ma che si riacutizza subito in caso di tentativi di movimento ed infine l’instabilità della stessa. L’aspetto livido dell’epidermide si instaura lentamente per la rottura dei piccoli vasi sanguigni con versamenti invadenti i tessuti sottocutanei. Nei casi di lussazione l’impotenza funzionale è competa , violenta ed evidente nella deformità manifesta del distretto colpito. L’arto fuoriuscito è tratto via dalla sua sede e tende così a sovrapporsi al segmento ad esso più vicino, rendendo così scioccante il quadro situazionale non soltanto per il soggetto, ma anche per il soccorritore. Spesso negli sport da contatto come ad esempio il rugby, il basket ma anche il calcio si può incorrere in questo trauma articolare, quindi vediamo assieme come  curare una lussazione alla spalla:

questa tipologia di lussazione è quella che sembra avere una maggiore percentuale d’incidenza. Per prima cosa dobbiamo sfilare con delicatezza gli indumenti coprenti (o tagliarli nel caso non sia possibile farlo). Poi applicare del ghiaccio ai fini d’indurre la costrizione sanguigna e limitarne i danni. Poi immobilizzare con bendaggi e steccaggi. Se si è inesperti, nei casi gravi, in cui c’è una perdita di continuità fisiologica dei capi ossei molto evidente, è meglio non intervenire per non peggiorare la situazione. In tal caso è bene chiamare subito il 118 il quale potrà fornire un primo soccorso. Successivamente, la diagnosi della lussazione consiste in un esame radiografico, che stabilirà se è parziale o completa, e una risonanza magnetica che dimostrerà l’entità del danno a carico dei tessuti molli.