come curare una ragade

Una ragade è una  fastidiosa ulcerazione di  forma verticale che si sviluppa in prossimità dell’ ano. Essa causa dolore  e bruciore, soprattutto quando è il momento di  andare in bagno. Può essere imbarazzante parlarne, ma bisogna curarsi, per  evitare che la  situazione  peggiori o che  si  sviluppino altre infezioni. Le persone che soffrono di stitichezza hanno un rischio maggiore di soffrire di questo problema. Tuttavia, vi sono altre possibili cause come la diarrea persistente, la malattia infiammatoria intestinale (IBD), la malattia di Crohn, la colite ulcerosa, la tensione durante il parto, i muscoli sfinterici stretti e, in rari casi, un’infezione sessualmente trasmessa. I sintomi più comuni includono il prurito seguito da un dolore acuto (breve o duraturo) o sanguinamento quando si va in bagno. Per fortuna vi sono alcuni rimedi domestici che puoi utilizzare per ridurre il dolore e guarire le ragadi. Se non guariscono entro un paio di settimane, rivolgersi ad un medico. Vediamo insieme allora come curare una ragade:

 

l’olio d’oliva è ricco di grassi sani che lubrificano il vostro sistema intestinale. Inoltre, le sue proprietà antinfiammatorie possono contribuire a ridurre il dolore causato dalle ragadi. Mescolare uguali quantità di olio d’oliva, miele e cera d’api in una ciotola. Scaldare in un forno a microonde finché la cera d’api si scioglie completamente. Lasciare raffreddare, quindi applicare sulla zona interessata. Ripetere alcune volte al giorno. Il gel di aloe vera ha poteri di guarigione naturali e proprietà di alleviamento del dolore che possono attenuare i sintomi delle ragadi e aiutano a riparare i tessuti cutanei danneggiati. Tagliare una foglia di pianta di aloe vera e usare un cucchiaio per raschiare il gel e   applicatelo  sulla zona interessata. Fai questo alcune volte al giorno. La costipazione e la tensione durante i movimenti intestinali possono causare o peggiorare le ragadi. L’ceto  di mele è un trattamento efficace per la stitichezza, in quanto contiene pectina, una fibra idrosolubile che migliora la digestione e promuove i movimenti intestinali. Bere quindi un paio di volte  al giorno, un bicchiere d’ acqua con 1-2  cucchiaini  di  aceto di mele  e miele.