come curarsi con il tarassaco

Il tarassaco è stato utilizzato per secoli come  trattamento  per molti disturbi, tra cui reni, stomaco, diabete e fegato. Del tarassaco sono commestibili le radici, le foglie ed i fiori ed è una ricca fonte di vitamine A, C, D e  B, oltre che  di sali minerali, come zinco, ferro, calcio, magnesio e potassio. Questa erba è molto versatile e può essere facilmente introdotta nella vostra dieta quotidiana. Il delicato, sapore amaro delle foglie di tarassaco si sposa bene con le insalate, le zuppe o altri piatti quali arrosti, ma possiamo anche utilizzarlo come un sano sostituto di tè o caffè. Vediamo insieme allora come curarsi con il tarassaco:

mettere 1 o 2 cucchiaini di radice di tarassaco essiccata (tritata) in una casseruola, aggiungere 2 tazze di acqua e far bollire e poi lasciare sobbollire il tutto  per 5-10 minuti, filtrare e bere 2-3 volte al giorno. Questo infuso è ottimo per perdere peso, grazie all’ effetto diuretico e lassativo , inoltre aiuta a  sentirsi sazi e facilita lo smaltimento di grassi e  colesterolo cattivo. Il tarassaco a funziona come un tonico per il  fegato  e promuove una funzione epatica adeguata, inoltre aumenta il flusso della bile e aiuta a disintossicare il fegato. Uno studio ha messo in evidenza come l’estratto acquoso della radice di tarassaco è utile contro lo stress ossidativo, viene utilizzato quindi anche nella lotta contro il cancro. Essendo un diuretico naturale, il tarassaco aumenta la diuresi, sia in termini di quantità che di frequenza, rilasciando l’ eccesso di sodio senza la perdita di potassio aiuta ad abbassare la pressione sanguigna. Per la stessa ragione, il tarassaco  aiuta anche ad eliminare i depositi di sostanze tossiche nei reni e nlle vie urinarie ed aiuta a ridurre e prevenire il rischio di infezioni del tratto urinario. Il tarassaco è un’ erba può anche aiutare i pazienti diabetici. Stimola la produzione di insulina da parte del pancreas, che a sua volta mantiene il livello di zucchero nel sangue sotto controllo.