Come difendersi dalle meduse

Le meduse sono degli animali marini molto diffusi in tutto il mondo, trascinati spesso dalle correnti del mare. Essi sono animali dal quale è bene tenersi  a distanza in quanto la loro superficie è ricoperta di munuscoli aculei urticati, quindi se le tocchiamo o semplicemente le sfioriamo avremo dei problemi molto fastidiosi, infatti il contatto con le meduse genera prurito e forte bruciore, addirittura in casi più gravi può essere necessario affidarsi  alle cure mediche in quanto  alcuni soggetti possono riscontrare dei problemi respiratori. Visto che siamo nel periodo estivo e quasi sicuramente vi capiterà di recarvi al mare vi forniamo  qualche suggerimento su come difendersi dalle meduse:

  • come in tutte le cose, di fondamentale importanza è chiaramente la prevenzione, pertanto prima di tuffarvi in mare, specie se siete in mare aperto con la barca, guardatevi attorno ed assicuratevi che in acqua non vi siano meduse, ma senza crearvi un’ inutile fobia. Se siete poi soliti ad effettuare immersioni, potreste dotarvi di una muta, anche parziale che vi protegga dal contatto con le meduse.
  • Prima di tuffarvi in acqua se vi trovate in una località balneare dove già sapete esserci molte meduse, potrete spalmarvi con gli appositi prodotti che sono venduti in farmacia a base di magnesio e calcio, che sono repellenti e protettivi, grazie al film-barriera che vanno a  creare sulla vostra pelle,al fine di evitare di essere “punti” dalle meduse.
  • Se nonostante tutti gli accorgimenti che vi abbiamo suggerito malauguratamente doveste venire comunque “pizzicati” dalla medusa, cercate prima di tutto di mantenere la calma, infatti è il caso di allarmarsi unicamente se soffrite di specifiche allergie oppure siete stati colpiti da più meduse contemporaneamente quindi vi recherete al pronto soccorso.
  • Se si tratta invece di una puntura ordinaria sappiate che questa non comporterà nulla di particolare e nel giro di pochi giorni i fastidi passeranno. Dovete comunque avere cura di sciacquare bene la parte del corpo colpita con una soluzione composta di  acqua di mare e bicarbonato che oltre a disinfettare, favorirà la fuoriuscita degli aculei. Evitate assolutamente di premere, sfregare o grattare la parte in quanto i minuscoli aculei si conficcherebbero ulteriormente nell’epidermide acuendo i vostri fastidi. Potete anche applicare le apposite pomate in commercio per lenire il bruciore.