Come dipingere un muro esterno

Un falso mito da sfatare è sicuramente quello che bisogna prendersi cura esclusivamente delle mura interne della casa, anzi, proprio perché le mura esterne, specialmente quelle divisorie del giardino essendo esposte direttamente alle intemperie, maggiormente sono soggette ad usura quindi bisogna prendersene cura. Vediamo insieme come dipingere un muro esterno:

la prima cosa da fare è procedere alla pulizia del muro stesso, la quale avverrà con dei detergenti specifici per il muro ed acqua, in modo tale da rimuovere tutta la polvere che si è depositata nel tempo e le eventuali macchie. Quindi cominciate  a bagnare il muro, magari aiutandovi con una pompa da giardino, poi versate su una spazzola di ferro una  quantità sufficiente di detersivo e strofinate in maniera decisa, insistendo soprattutto sulle macchie, quindi lasciate  agire una decina di minuti e risciacquate abbondantemente con acqua pulita. Lasciate asciugare con cura prima di passare agli steps successivi. Se il muro pulito dovesse rivelarvi, una volta  asciutto, antiestetici buchi o crepe, dovrete provvedere  a riempirli con dello stucco o un altro prodotto idoneo per i muri esterni. Cercate di stenderlo con cura e se una volta  asciutto dovesse presentare un certo dislivello, provvedete con un’ opportuna carteggiatura, per pareggiare tutta la superficie. A questo punto siete pronti per verniciare, ma prima stendete a terra dei fogli di giornale o dei teloni di plastica  per proteggere piante o pavimenti da eventuali schizzi di colore. Procuratevi tutto l’ occorrente, ovvero rullo ( che vi consente di coprire grandi superfici in poco tempo), pennelli( per le rifiniture) e vernice ( adatta  ai muri per esterni e nella  quantità adatta al tipo di muro. Procedete alla verniciatura alla prima bella giornata di sole che vi si presenta per permettere alla vernice di asciugarsi bene. Potrebbe bastarvi anche una sola mano di vernice, ma vi suggeriamo di darne due per un risultato ottimale.