come dipingere un quadro

Un ottimo modo per dare libero sfogo alla propria creatività e mettere alla prova il proprio senso artistico è imparare a dipingere. Cominciate col riportare su tela tutti i quadri e le figure che più vi piacciono e non temete, i risultati migliora nel tempo esercitandosi costantemente.

Di seguito riporteremo i primi passaggi fondamentali per chi vuole cominciare a dipingere.

Prima di tutto considerate che esistono una miriade di vernici differenti e di pennelli a seconda della tecnica pittorica che si vuole adottare quindi vi consigliamo prima di tutto di scegliere quali di queste fa al caso vostro.

Gli acquerelli ad esempio, sono un tipo di pittura molto diffusa in quanto è abbastanza economica e semplice da utilizzare. Nella loro forma basica sono molto densi e diventano utilizzabili solo se misti all’acqua. A seconda poi, dell’intensità di colore che vi occorre potete decidere di ammorbidirli bagnando solo la punta del pennello oppure, di mescolarli con più acqua. Gli acquerelli, proprio per la loro leggerezza risultano essere facili da lavorare anche ai principianti.

I colori acrilici invece, sono consigliati per la loro versatilità e per la velocità dell’asciugatura. Anche questi sono facili da trovare in commercio in quanto molto comuni e possono essere usati tanto da professionisti quanto da dilettanti. Vengono venduti in tubetti e possono essere mescolati direttamente sulla tavolozza con acqua per alleggerire la tonalità o tra loro per creare nuovi colori.

Altrettanto versatili sono i colori ad olio ma sono anche più costosi e richiedono molto tempo per asciugare. Utilissime ai pittori professionisti, queste vernici permettono di utilizzare ogni tipo di tecnica di mescolamento dei colori e di stratificazione

Dopo aver scelto quale tipo di colore volete usare per il vostro quadro, procedete con l’acquisto del pennello corretto. I pennelli sono fondamentali, imparate ad usarli, a pulirli e prendervene cura e per dosare il giusto quantitativo di colore da stendere, esercitatevi dipingendo lunghe linee lisce ed uniformi.

Prima di iniziare, preparate lo spazio di lavoro per evitare macchie di vernice impossibili da rimuovere sul tappeto o su altre superfici.

Non è necessario ma, soprattutto se siete alle prime armi, è utile fare una bozza a matita del soggetto che volete rappresentare, anche solo da utilizzare come linea guida.

I colori non vanno mescolati tutti insieme ma man mano che occorrono, così non seccano. Per verificare poi l’effetto che il colore che avete mescolato fa sul bianco, prima di riportarlo sulla tela, provate su un foglio.

Ora potete cominciare a dipingere il vostro soggetto e, mi raccomando, non preoccuparti degli errori.