come dire grazie

Dire grazie al giorno d’ oggi è sempre meno diffuso infatti, troppo spesso diamo tutto per scontato ed i ritmi frenetici della vita purtroppo ci fanno ahimè, dimenticare le buone maniere. Per molte persone inoltre, ringraziare è quasi  un atto di cui vergognarsi, come se in un certo senso ci si dichiarasse fragili e questa azione compromettesse qualcosa e ci si sentisse in debito e quindi vulnerabili. In realtà ringraziare è molto importante e ci aiuta a vivere meglio ed invoglia anche la persona che ha avuto un’ attenzione verso di voi, a continuare con il suo atteggiamento positivo verso il prossimo e a non pentirsene. Vediamo insieme allora, come dire grazie:

dire grazie è molto più semplice di quanto si possa pensare, dovrete per prima cosa liberarvi da qualsiasi stupido preconcetto secondo il quale ringraziare sia un atto di debolezza, anzi ringraziare vi rende forti e persone consapevoli, sarebbe davvero infantile pensare di ricevere senza ringraziare. Si può chiedere grazie per un regalo ricevuto, per una cortesia che ci è stata data o per un’ attenzione speciale rivolta nei nostri confronti e non solo infatti, è anche bello da parte nostra, oltre che opportuno ringraziare le persone a  noi care anche semplicemente per la presenza o la vicinanza nei nostri confronti, spesso infatti si da molto per scontato. Quindi con molta semplicità se si tratta di un vostro parente o un amico con il quale avete un rapporto di confidenza, guardatelo negli occhi, sorridete e ringraziate, se vi va, aggiungete che appena possibile ricambierete il favore o che sperate di essere all’ altezza del suo gesto. Se invece la persona da ringraziare è una persona con la quale non abbiamo rapporti rilassati, ma  magari si tratta di un professore o un dottore, è particolarmente opportuno fargli recapitare un biglietto nel quale scriverete due righe di ringraziamento piuttosto formali.