Come disinfettare la verdura

La verdura è un alimento molto importante per la salute; ricca di minerali, vitamine, proteine e fibre infatti, risulta essere indispensabili per il buon funzionamento del nostro corpo.

Per conservarne tutte le proprietà nutrizionali però, molto spesso, va consumata cruda o poco cotta e con tutta la buccia e questo desta non poca preoccupazione se si pensa a tutti i germi, i batteri e la sporcizia presente su di essa. Questi alimenti infatti sono soggetti prima di tutto alle intemperie e all’inquinamento dell’ambiente in cui sono coltivate, poi su di essi vengono impiegati pesticidi, veleni ed altre sostanze chimiche per scongiurare infestazioni e malattie della pianta e infine vengono toccate da una miriade di persone con le mani sporche, si pensi ad esempio a quanto accade al supermercato. Pensare a tutto questo ci intimorisce e non consente un sereno consumo di questi alimenti tanto buoni di sapore quanto importanti per la salute del nostro corpo ed è per questo che di seguito riportiamo alcuni consigli utili a consumare la verdura in piena serenità.

Prima di tutto vogliamo sottolineare che sciacquare sotto acqua corrente fresca le vostre verdure è sufficiente ad eliminare gran parte delle sostanze nocive per la vostra salute. Vi consigliamo quindi di non usare sostanze chimiche disinfettanti né tanto meno l’acqua calda perché perdereste inutilmente molte delle proprietà nutrizionali e organolettiche.

Come già detto, la buccia spesso contiene gran parte, se non tutte le vitamine, i minerali, le proteine e le fibre contenute nell’alimento, in tal caso non la eliminate, procedete con una pulizia più accurata. Quando però deve essere eliminata ricordatevi di rilavare la verdura così che i batteri esterni non contaminino la parte interna.

Quando si rende necessaria una pulizia più accurata, potete ricorrere indistintamente ad uno dei seguenti metodi a seconda di cosa avete a vostra disposizione in casa:

  1. Aceto: in un recipiente pieno d’acqua versate una tazza di aceto di vino bianco o di mele ed immergetevi la frutta per una ventina di minuti circa. Mentre è in ammollo strofinate un po’ la verdura e dopo sciacquate con abbondante acqua. Ricordiamo che l’acqua calda può alterarne le proprietà nutritive e organolettiche quindi è meglio utilizzarla fresca o a temperatura ambiente.
  2. Limone: il procedimento da seguire è lo stesso che viene eseguito con l’aceto.
  3. Bicarbonato: fate sciogliere un cucchiaino di bicarbonato in un recipiente pieno d’acqua poi immergetevi la frutta, fate agire per 15 minuti circa poi sciacquate bene assicurandovi di eliminare ogni possibile residuo.

Infine non dimenticare che il nostro organismo è protetto dalle difese immunitarie quindi lava con attenzione la tua verdura ma non esagerare.