Come eliminare le ragnatele

I ragni così come i topi, gli scarafaggi e le api, sono i protagonisti dei peggiori incubi di molte persone, infatti questi anche senza una reale motivazione, nell’ immaginario collettivo risultano essere molto pericolosi, anche se poi in realtà sono solo pochissime le specie di ragni davvero pericolose per l’ uomo. Nelle nostre abitazioni, soprattutto agli angoli del soffitto è molto facile vedere dei filamenti pendere, si potrebbe pensare che si tratti di polvere, quando in realtà molto spesso si tratta di ragnatele, il ragno infatti è solito tessere la sua tela (appiccicosa) per catturare le sue prede, che rimangono bloccate, per poi nutrirsi. Ovviamente a nessuno fa piacere che tutto ciò avvenga nella propria abitazione, vediamo pertanto come eliminare le ragnatele:

la prima cosa da fare per eliminare le ragnatele è chiaramente tenere lontani i ragni dalle proprie abitazioni curando a fondo l’ igiene della casa, stando soprattutto attenti a  non lasciare in giro briciole e pezzetti di cibo in decomposizione e rendere l’ ambiente il meno favorevole possibile per loro ovvero ben pulito. Non lasciate inoltre mai i contenitori della spazzatura aperti in quanto ne sarebbero irresistibilmente attratti, chiudete sempre i sacchetti ed il coperchio. Poi per rimuovere le ragnatele dal soffitto potete prendere una scopa e rivestirla con un panno oppure dei vecchi collant e procedere alla rimozione magari spruzzando  anche un insetticida. Se vi riesce catturate il ragno e liberatelo all’ aperto, in modo tale che non ne tessa delle altre. Se comunque in casa vi è capitato spesso questo tipo di problema potreste ricorrere al posizionamento di un sacchetto con del truciolato di cedro oppure delle foglie di eucalipto, infatti questi odori emanano un profumo molto forte, che risulta essere deterrente per i ragni, i quali di dovrebbero pertanto tenere a debita distanza.