Come eliminare l’odore di muffa

L’odore di muffa è purtroppo un qualcosa che si ritrovano ad affrontare specialmente coloro che vivono in zone particolarmente umide e che hanno parti della casa dove raramente batte il sole.

Se c’è odore di muffa in casa vuol dire che probabilmente questa è presente da qualche parte, perciò prima di preoccuparci della puzza, preoccupiamoci di eliminare la muffa.
Una volta eliminata totalmente ogni traccia possiamo preoccuparci dell’odore. In commercio sono presenti molti prodotti per deodorare la casa ma se vogliamo un risultato ottimale possiamo anche ricorrere ad alcuni rimedi naturali o meglio dire “rimedi della nonna”.
Queste procedure possono essere effettuate con prodotti che abbiamo quasi sicuramente in casa e che non richiedono l’utilizzo di agenti chimici.

  • Bicarbonato di Sodio: per chi segue frequentemente le nostre guide non sarà un novità vedere questo elemento tra i rimedi naturali, difatti il bicarbonato di sodio è utile per risolvere diversi problemi. Normalmente è molto utilizzato per eliminare gli odori dai frigoriferi e di conseguenza, vista la funzione efficace, può essere usato anche contro la muffa. Se l’odore di muffa proviene dai muri allora basterà mettere delle ciotole piene di bicarbonato nella stanza e rimuoverle il giorno dopo. Se invece le fonti di muffa sono gli accessori del bagno sarà necessario inumidirne la superficie, versare il bicarbonato e farlo riposare per 20 minuti, dopodichè  basterà risciacquare il tutto. Il bicarbonato può essere ovviamente utilizzato anche su vestiti o tessuti hanno l’odore di muffa.
  • Aceto bianco: è considerato un deodorante naturale ed è dunque utile anche in caso di muffa. Per usarlo è possibile usarlo diluito e spruzzarlo nella stanza, oppure come per il bicarbonato metterlo in una ciotola e tenerlo qualche giorno. Se abbiamo a che fare con un odore particolarmente forte possiamo bollire l’aceto poggiandolo sulla stufa in modo che questo evapori sprigionando l’odore.