come essiccare

Essiccare è un’ attività che consiste nella deidratazione degli alimenti, ovvero nel privare frutta, verdura, ortaggi, fiori, carne, pesce ed erbe aromatiche, dell’ acqua contenuta al loro interno, al fine di conservarli nel tempo. L’ acqua infatti, come è noto è un elemento che favorisce la vita di microorganismi e batteri, responsabili della decomposizione dei prodotti in questione. Con questo sistema gli alimenti in questione non solo non si decompongono e quindi possiamo conservarli a lungo, ma non perdono le loro caratteristiche organolettiche ed i loro valori nutrizionali, questo infatti è l’ unico sistema naturale ed ecologico, ad offrire questo vantaggio privo di rischi ( si pensi ad esempio al botulino). L’ esigenza di conservare gli alimenti deriva dal fatto che la frutta e la verdura migliori ci vengono offerti dalla natura nel periodo estivo, mentre durante l’ inverno, che oltretutto è più lungo, questi scarseggiano, quindi quando in estate e la terra produce molto di più, non sprechiamola facendola marcire ma conserviamola. Se anche voi avete intenzione di preparare delle conserve, vediamo insieme come essiccare:

potrete essiccare sia la frutta come mele, banane, ananas, pere, fichi, pesche, kiwi, uva, fragole, cachi, prugne ecc.. che la verdura come fagiolini, spinaci, zucche, melanzane, peperoni, peperoncini, pomodori, zucchine ecc.. Inoltre potrete essiccare funghi, fiori per preparare tisane, come camomilla, lavanda ecc.. carne, pesce e perfino le erbe aromatiche. L’ essiccazione può avvenire in due maniere, ovvero attraverso un essiccatore professionale o in casa sfruttando la luce solare o in alternativa utilizzando il forno. Se decidete di acquistare un essiccatore perchè magari avete un agriturismo o comunque vi capita spesso di essiccare, vi troverete benissimo in quanto dovrete semplicemente affettare gli alimenti in questione, disporli nei cestini ed attivare l’ essiccatore, questa operazione però chiaramente avrà dei costi, che riguardano sia l’ acquisto dell’ essiccatore che l’ energia elettrica. Se invece volete utilizzare il sole, affettate gli alimenti ed esponeteli al sole, poi la sera, rientrateli dentro casa. In entrambe i casi conservate gli alimenti secchi in barattolo.