Come evitare di riprendere chili

Dimagrire è un obiettivo che in molti tentano di raggiungere, spesso purtroppo con scarsi risultati, ma quando si riesce ad ottenere quello che volevamo ed i nostri sacrifici sono stati premiati è una bellissima sensazione anche perchè siamo fieri di  aver superato i nostri limiti e siamo orgogliosi dei risultati ottenuti. Nel caso specifico di una dieta per non vanificare i risultati ottenuti è opportuno attuare un piano di ” mantenimento” al fine di conservare il peso forma raggiunto, a tal scopo vi suggeriamo come evitare di riprendere chili:

  • aver perso dei chili non farà si che possiate continuare a  mangiare in maniera inadeguata come facevate prima della dieta nè che che dovrete avere una vita piena di  privazioni alimentari. Vi basterà modificare le vostre abitudini alimentari ed assumere uno stile di vita sano e consumare di tutto ma nelle giuste quantità.
  • E’ fondamentale che pratichiate dell’attività fisica infatti oltre ad ottenere dei benefici per la salute, come la riduzioni del rischio di malattie cardiocircolatorie ecc.. vi aiuterà  a tonificare i tessuti “svuotati” dei chili di troppo. Quasi sicuramente quando eravate a  dieta il medico vi  avrà consigliato di praticare dell’ attività fisica (  anche della semplice camminata veloce), ebbene è opportuno che non perdiate questa buona  abitudine adagiandovi sugli allori, se non volete riprendere chili anche più velocemente di prima.
  • Non perdete l’ abitudine di pesarvi, certo la bilancia non dovrà diventare la vostra ossessione, ma è giusto che monitoriate il vostro peso almeno una volta alla settimana ( allo stesso orario ed alle stesse condizioni) per verificare che in quella settimana non abbiate ” sgarrato” troppo ed autoregolarvi di conseguenza, se ad esempio avete preso un paio di chili, vorrà dire che la settimana successiva mangerete piu sano e praticherete maggiore attività fisica.
  • Potete anche prepararvi delle tisane drenanti e disintossicanti, il peso in eccesso ed il gonfiore infatti, spesso sono indice di un accumulo di liquidi o di intolleranze alimentari ( che è bene far controllare da uno specialista).