come evitare i calcoli renali

I calcoli renali, sono un problema piuttosto diffuso, soprattutto negli uomini rispetto alle donne. Questi grumi di pietra si possono sviluppare in uno o entrambi i reni e possono causare grande dolore. I calcoli renali si sviluppano quando diversi tipi di sostanze chimiche nelle urine, come l’acido urico, fosforo, calcio e acido ossalico, diventano altamente concentrate. I piccoli calcoli tendono a uscire fuori del corpo senza causare molti problemi, mentre i più grandi causano un forte dolore, che va e viene. Altri sintomi includono il frequente bisogno di urinare, una minzione dolorosa, il sangue nelle urine, urine maleodoranti, nausea, vomito, brividi, febbre e irrequietezza. I fattori che aumentano il rischio di una persona di sviluppare questo problema includono una storia familiare di calcoli renali, la disidratazione, malattie dell’apparato digerente, infezioni del tratto urinario, l’ essere in sovrappeso, avere una dieta ricca di proteine, sodio e zucchero. Eliminare alcuni alimenti dalla vostra dieta può aiutare a prevenire i calcoli renali e sostenere la salute generale dei reni. Scopriamo nel dettaglio pertanto, come  evitare i calcoli renali:

i calcoli renali si formano a causa di un accumulo di ossalato di calcio, quindi bisognerebbe  evitare di mangiare spinaci, rabarbaro,  barbabietole, cavoli, sedano, latte di soia, fragole e bietole. Inoltre, mantenere l’assunzione di vitamina C a livelli adeguati, troppa vitamina C può trasformarsi in ossalato. Le persone che sono a più alto rischio di sviluppare i  calcoli dovrebbero evitare anche i cibi ad alto contenuto di purine, come le sardine. Un elevato apporto di purine aumenta la quantità di acido urico nelle urine e può portare alla formazione di  calcoli di acido urico. Evitare anche,  pancetta, capesante, gamberi e lievito di birra. Chi mangia troppa carne rossa, che è ricca di proteine, può aumentare il rischio di sviluppare i calcoli renali, così come chi beve troppe bevande gassate e zuccherate . Andrebbero anche limitati il consumo di caffè ed i prodotti della soia, infine, evitate di mangiare alimenti troppo salati e moderate il consumo di alcol.