come evitare i danni dei jeans stretti

I jeans skinny jeans, ovvero super-aderenti, sono molto amati dalle ragazze e dalle giovani donne in tutto il mondo, essi infatti sono in grado di garantire una perfetta aderenza alle gambe e accentuano le forme. Tuttavia, se dal punto di vista estetico, questi jeans sono perfetti, perchè in grado di esaltare le forme di ognuna, forse dovremmo chiederci se questi capi possono influenzare il nostro corpo e la salute. Scopriamo insieme allora come evitare i danni dei jeans stretti:

i jeans troppo stretti consentono poco spazio di movimento ai muscoli e alle gambe, impedendogli di respirare. Questo flusso di sangue inibito ai muscoli delle gambe, con conseguente pressione estrema e gonfiore dei muscoli, può portare ad un’  ulteriore compressione sui nervi. Anche a  causa dei jeans skinny, possiamo andare incontro alla meralgia parestesica, ovvero una condizione che si verifica quando il nervo che è responsabile del movimento delle cosce è compresso. Questa condizione  è caratterizzata da una sensazione di formicolio, nonché un dolore nella zona esterna della coscia. Altri sintomi includono dolore che si estende alle ginocchia e ai glutei. Poichè la moda dei jeans aderenti è molto diffusa anche tra gli uomini, questi dovrebbero stare attenti in quanto si possono riscontrare casi di  torsione testicolare, una condizione che influenza la circolazione del sangue, portando ad ulteriori danni. I jeans skinny possono irritare la zona inguinale nel corso del tempo. La vita aderente  può anche mettere pressione sulla vescica, ed esacerbare un’infezione della vescica esistente. Per questo motivo, le persone affette da infezioni del tratto urinario dovrebbero  evitare di indossare pantaloni stretti .  La vita aderente dei jeans skinny può esercitare un’eccessiva pressione sull’addome, costringendo l’acido dello stomaco a scorrere verso l’alto, aumentando così il rischio di bruciore di stomaco.