come far durare più a lungo la depilazione

La peluria superflua è un inestetismo odiatissimo dalle donne, soprattutto in estate, quando  ci  si  scopre di più e la  depilazione  non può affatto essere trascurata. Esistono varie metodologie di depilazione, più o meno invasive, a seconda di quella prescelta la ricrescita è più o meno lenta ed inevitabile, è possibile però rallentare il tempo che trascorre tra una depilazione e l’ altra con qualche piccolo accorgimento. SE siete curiosi allora vediamo insieme come fare durare più a lungo la depilazione:

L ceretta è particolarmente efficace nella rimozione dei peli, e la ricrescita è lenta, solitamente 15 giorni, poi dipende dalla disposizione individuale, inoltre ha il vantaggio, man mano che negli anni si eseguono cerette, di indebolire notevolmente i bulbi piliferi. La ceretta, come le pinzette,  il filo arabo e gli strumenti elettronici di epilazione hanno però lo svantaggio di essere abbastanza dolorosi e sono sconsigliati in caso di pelle delicata e capillari fragili. Infine  abbiamo  la classica lametta e le creme depilatorie che non estirpano il pelo ma lo recidono, quindi anche se  sono molto pratiche ed indolori la ricrescita si fa vedere molto presto, tempo 3-4 giorni.

A prescindere dalla tecnica di depilazione prescelta, potreste seguire dei trucchetti che ritardano la ricrescita dei peli, uno di questi è l’ applicazione  di ghiaccio sulla zona trattata, subito dopo potreste applicare delle creme che contengano  zinco, magnesio silicato oppure acido salicilico, andrete così ad  indebolire il pelo nella sua struttura. Esistono infine dei rimedi più naturali ai quali ricorrere come il tè alla menta, al consumo di soia e semplicemente mangiare in maniera  adeguata, alcuni studi infatti dimostrerebbero che in mancanza di grasso necessario, il corpo umano produca più peli per proteggersi. Per  dilatare i tempi  tra una  depilazione e l’ altra  si consiglia anche l’ applicazione locale di alcuni composti  preparabili in casa. Il primo è composta da una parte di curcuma, una di farina di ceci ed una di  acqua. In alternativa  anche una parte di curcuma, una parte di  acqua ed una parte di sale grosso ( oppure gel di aloe vera), si rivela un ottimo composto.