come far germogliare

Spesso la natura ci regala gli spettacoli più belli che si possano mai immaginare. Una folta vegetazione , colori magnifici, varietà diverse di ogni genere. Avere il “pollice verde“, però, è qualcosa di molto diverso che solo pochi privilegiati ed appassionati posseggono. Chi non ha mai provato ad “accudire” delle piantine in balcone e nonostante le amorevoli cure il risultato è stato del tutto deludente? Quante volte ci è capitato di piantare dei semi nella speranza di produrre delle verdure per poi andare a comprarle nel negozio sotto casa? Per quanta buona volontà ci si possa mettere, non sempre è facile far germogliare dei semini e il più delle volte i frutti di un lungo e intenso lavoro non sono quelli sperati. Far nascere una piantina homemade è una cosa veramente semplice e di sicuro risultato. Di seguito, vi riporteremo alcuni pratici consigli su come far germogliare, i cui risultati sono garantiti e di sicuro effetto!

Vi occorrerà:

– un contenitore di plastica (va bene anche un bicchiere)

– cotone idrofilo (meglio conosciuto col nome di ovatta)

– una manciata di legumi secchi (andranno bene lenticchie o fagioli)

– acqua

Prendete una matassina di cotone idrofilo e bagnatela con dell’acqua. Strizzatela per bene ed adagiatela sul fondo di un contenitore di plastica. Una volta eseguito questo passaggio, versateci sopra una manciata di legumi facendo in modo che siano vicini ma non sovrapposti. Prendete un’altra matassina di ovatta, bagnatela , strizzatela e ricoprite i semini. Lasciate in” incubazione” per qualche giorno, avendo cura di “innaffiare” il batuffolo di cotone ogni qual volta vi sembrerà un pò troppo asciutto. Custodite il contenitore con i semi lontano dalle fonti di calore e non esponetelo mai direttamente alla luce del sole. Dopo una, due settimane, vedrete germogliare i primi frutti del vostro lavoro.