come far lievitare la pizza

Come si fa a resistere all’ invitante profumo di pizza? Si tratta  di un’ impresa davvero titanica in quanto  si sa, la pizza è una tentazione  davvero difficile  alla  quale resistere !  Chiaramente per mangiare della pizza non dobbiamo necessariamente recarci in pizzeria ma possiamo anche tranquillamente prepararla in casa con le nostre stesse mani. Dopo aver preparato l’ impasto, che è facilissimo da preparare se si  segue una buona ricetta dettagliata,  dobbiamo far lievitare il nostro impasto  e dopo non ci resta che farcire la nostra pizza come più ci aggrada.  Un’  a spetto molto importante per la buona  riuscita della pizza è proprio la  lievitazione, infatti in tanti la  danno per scontato  e pensano che sia  una fase da poter affidare al caso, quando in realtà è estremamente importante.  Se anche voi allora volete preparare in casa una bella pizza, vediamo insieme come far lievitare la pizza:

la lievitazione altro non è se non un processo biochimico, svolto da microrganismi che generano la fermentazione degli zuccheri con produzione di anidride carbonica, acido lattico, acido acetico, acido propionico e alcol, all’ interno di un impasto e più nello specifico nel nostro caso, nell’ impasto per la pizza.

Ma la lievitazione, non avviene in maniera uguale in tutte condizioni ma queste devono essere particolarmente favorevoli altrimenti l’ impasto non viene bene.

Dopo aver lavorato l’ impasto, dovrete metterlo a lievitare in un luogo nè troppo secco nè  troppo umido, la temperatura ideale oscilla  tra i  24 ed i 32 ° C .

Se la temperatura circostante  è troppo bassa l’effetto lievitante svanisce e lo stesso discorso vale per le temperature superiori ai 37/38° C.