Come fare a crescere

Crescere non è mai un’impresa semplice, soprattutto, quando dalla spensieratezza dell’essere dei bambini, accuditi e dipendenti in tutto dai propri genitori, ci si ritrova improvvisamente, ad essere degli adolescenti sottoposti a repentine maturazioni sia fisiche che psicologiche, causa di numerose conflittualità interiori.

Un giovane adolescente, durante questa delicata e complicata fase della propria vita, viene catapultato in una dimensione totalmente nuova, nella quale, sovente, non riesce ad affermarsi: deve affrontare nuove sperimentazioni di sé e del mondo circostante, provare a prendere decisioni autonomamente e cercare di imporre le proprie idee.

Essere un adolescente, ha però anche tanti aspetti positivi quali: vivere i primi amori e i primi approcci con il sesso, conquistare maggiore autonomia prendendo la patente del motorino, guadagnare i primi soldi con dei lavoretti, necessari per sopperire alle piccole spese personali relative ai propri sfizi o per pagarsi qualche viaggio da fare con gli amici, senza la presenza di mamma e papà.

Per aiutare i nostri figli ad affrontare al meglio questo periodo, di fondamentale importanza è proprio il ruolo dei genitori, i quali dovranno fare loro da guida, essere costantemente presenti e attenti ad ogni inusuale cambio d’umore, evitando di imporsi con autorità, ma cercando di appoggiarli e consigliarli nelle scelte.

Sottolineo il termine consigliarli, perché solitamente, chiudersi al dialogo e rispondere con un no secco, attua nella labile mente di un giovane soltanto un desiderio di irrefrenabile ribellione, nonché, la voglia di agire facendo proprio l’opposto di ciò che gli viene detto. Il giusto atteggiamento da assumere, per aiutarli a diventare degli adulti vincenti e sicuri delle proprie capacità, è proporre loro degli interessanti ed allettanti obiettivi da inseguire e da raggiungere, congratulandoci per eventuali vittorie e trasmettendogli grande serenità e fierezza anche nel caso in cui portino a casa delle sconfitte.