Come fare a dimettersi

Poichè da un pò  di tempo a questa parte, sopratto nel nostro Paese, ahimè assistiamo ad una crisi economica  piuttosto accentuata, potrebbe far sorridere che  qualcuno, con la  disoccupazione che  c’ è, si chieda come  fare a   dimettersi, eppure, sono molte   quelle persone che comunque  avvertono questa necessità per i motivi più  disparati. Può trattarsi di un semplice capriccio, magari non si va  daccardo  con i colleghi, o non ci sono già  altre entrate in famiglia, o ancora le condizioni di lavoro alle quali  siamo stati costretti a  sottostare sono, o  semplicemente abbiamo trovato un lavoro migliore o desideriamo cercarlo, in quanto  quello  che impiega le nostre giornate oggi, o non è ben pagato, o non ci gratifica o semplicemente era una  scelat  di ripiego  alla  quale non vogliamo più cedere.Per tutte queste ragioni, vediamo insieme come fare a a dimettersi:

 

la prima regola da rispettare e quella di essere  comunque molto  corretti  e professionali  anche  se avete deciso  di andar via.

Quindi anche il vostro datore di lavoro o i vostri colleghi non  sono stati molto garbati con voi, cercate di non inimicarveli o di lasciare un pessimo ricordo di voi, perchè magari non avete dato il preavviso o ve ne siete andati facendo una “piazzata”.

Evitate pertanto di comunicare le  vostre dimissioni e non andare a lavoro già il giorno dopo dalla vostra comunicazione, molti contratti inoltre vi obbligano  a dare il preavviso, attenzione quindi, perchè potreste anche  incorrere in qualche penale da pagare .

Quando poi andrete a  parlare con il vostro  superiore, evitate polemiche o di alzare la voce e quando andate via, salutate tutti i vostri colleghi, anche quelli che vi stanno antipatici e che magari vi hanno spinto a dare le dimissioni, l’ educazione infatti, viene sempre prima di tutto.