come fare a rendere tonici i glutei

Avere glutei tonici e sodi è il desiderio di molte di noi, anche se purtroppo, tra alimentazione sbagliata, vita sedentaria e predisposizione genetica, molto spesso soffriamo di cellulite, grasso sottocutaneo etc..Il motivo principale, a prescindere dalla forma fisica di ogni donna, è rappresentato dal fatto che i glutei sono una zona nella quale le donne tendono ad accumulare grasso; mantenere il proprio lato B in forma richiede quindi un grande impegno. Prima di vedere come fare a rendere tonici i glutei, facciamo una importante premessa.

La prima cosa da chiarire è che la forma e la grandezza del nostro fondoschiena dipende in larga parte da fattori di tipo ereditario. Ci sono delle donne fortunate che per natura possono sfoggiare glutei sodi e snelli, mentre ce ne sono altre che, per conformazione genetica, hanno un lato B più o meno abbondante rispetto ai canoni standard. In questo caso il sogno di raggiungere glutei “perfetti” è difficile da realizzare poiché ciò che si può fare è solo andare ad agire solo su determinati fattori, ovvero su quelle cattive abitudini alimentari o comportamentali che portano ad incrementare il tessuto adiposo intorno all’ area dei glutei. In questo caso l’unica cosa che si può fare è controllare la dieta, al fine di ridurre la quantità di grasso, e fare allenamento in maniera tale da rassodare la zona dei glutei. Se desiderate rimettere in forma il vostro lato B, dovete in primo luogo controllare la vostra alimentazione e sviluppare una dieta grazie alla quale indurre stimolazioni metaboliche e ormonali finalizzati ai processi lipolitici.Ovviamente, come in ogni altra pianificazione alimentare, evitate il “fai-da-te” e affidatevi sempre ad un dietologo o un nutrizionista che certamente sapranno consigliarvi il regime alimentare più adatto alle vostre esigenze e bisogni. Detto questo, si possono comunque dare alcuni suggerimenti su ciò che è bene evitare. In primo luogo dovete cercare di limitare quanto più possibile i fritti e i dolci il che non significa privarsene in assoluto, ma solo cercare di contenerne il consumo; in secondo luogo limitate il consumo di sale che, come noto, trattiene i liquidi e favorisce la ritenzione idrica, evitate poi il cosiddetto junk food e di mangiare troppo in fretta. Allo stesso modo dovete evitare di mangiare solo 2 o 3 volte al giorno, preferendo adottare un regime alimentare che prevede tre pasti principali e due spuntini. Nel primo caso, infatti, il mangiare sporadicamente porta il vostro organismo a risparmiare energia sotto forma di grasso attraverso un abbassamento del metabolismo. In ultimo cercate anche di sfuggire alle “cattive compagnie”, ovvero quegli amici che vi tentano con pasti al fast food o non vi supportano nella dieta; ricordate infatti che avere un sostegno psicologico è molto importante per raggiungere il risultato fissato. Oltre alla dieta, importantissimo è anche fare allenamento al fine di tonificare e rassodare i glutei. In linea di massima i migliori esercizi per rassodare i glutei sono quelli che generalmente i culturisti utilizzano per costruire masse muscolari. La differenza non sta, quindi, nella tipologia degli esercizi ma nell’ approccio nutrizionale che viene associato all’ allenamento; non dovete infatti mai dimenticare che in ogni dieta finalizzata al dimagrimento, l’esercizio anche abbastanza intenso, è importantissimo per modellare i punti critici.

Per quanto riguarda gli esercizi che potete fare per rassodare i glutei quelli più efficaci sono: squat, squat frontale, affondi con manubri o bilancieri, leg press e hack squat. Si tratta di esercizi mirati e molto efficaci che potete praticare sia a casa sia in palestra. Se invece non amate esercizi di questo tipo, potete optare per attività aerobiche come lo spinning, lo step o l’aerobica, mentre se non volete né sudare né fare lunghe ripetizioni di esercizi, allora potete praticare lo yoga, disciplina che attraverso la contrazione stimola il rassodamento.