Come fare fiori di cartapesta

La cartapesta è un materiale economico ed estremamente versatile, potrete utilizzarlo per decorare gli ambienti e/o per divertire i vostri bambini e stimolare la loro capacità creativa e l’ abilità nella manualità, vediamo  allora come fare fiori di cartapesta:

fare dei fiori di cartapesta rappresenta un ottimo hobby, in grado di dare libero sfogo alla creatività e alla fantasia, nostra e dei più piccoli, creando delle composizioni con cui abbellire gli ambienti della nostra casa o del nostro ufficio. Molte persone, in effetti, preferiscono piante in plastica a quelle vere, per diverse motivazioni. Perché allora non proporre delle piante e dei fiori di cartapesta?

Molti risponderanno perché sono difficili da realizzare. Risposta sbagliata. Per fare dei fiori di cartapesta, occorrono solamente un un paio di forbici, della cartapesta di colori differenti a seconda dei nostri gusti o quelli di chi li riceverà in regalo, un tronchese, del filo di ferro spesso, del filo di ferro sottile, una cucitrice, della colla a caldo o un tubetto di colla stick, del filo di nylon, dello scotch o nastro adesivo di carta e del nastro guttaperca di colore verde, che si trova facilmente da qualsiasi fioraio. Partiamo, per esempio, dal realizzare una rosa, regina dei fiori. Iniziamo dal procurarci della cartapesta di colore bianco o rosso e ritagliare una striscia larga dieci centimetri e lunga una ventina di centimetri. La striscia va poi piegata a metà e avvolta intorno all’apice del filo di ferro, ottenendo una spirale. Fissate la base della spirale con il nastro guttaperca. Poi allargatela con le mani, creando come una corolla, per poi ricoprire il filo di ferro rimanente con la carta pesta verde, a mo’ di gambo. Tra i fiori in carta pesta, sono imbattibili le composizioni ottenute con la cartapesta cotta. Questa tecnica, leggermente più elaborata prevede il lavaggio della carta, in maniera tale che i bordi, resi più morbidi, diano al fiore sembianze più realistiche. Come fare? La carta va piegata all’ altezza desiderata, a mo’ di fisarmonica, per poi tagliare i petali nella parte alta, mentre in basso si lega la carta, che andrà lavata sotto l’acqua corrente. Mentre l’acqua scorre, sulla striscia di carta, che rappresenterà il fiore, dovranno essere fatti cadere altri ritagli di carta, più piccoli e di colori diversi, in maniera che si creino delle sfumature di tonalità diverse. Successivante, la striscia di carta va posizionata all’ interno di un contenitore di alluminio e messa nel forno ad asciugare. Una volta realizzati i petali, essi possono essere assemblati semplicemente spalmandovi sopra della colla vinilica. Una variante di questa tecnica prevede l’abbinamento della carta pesta con la cera. I fiori, una volta ottenuti secondo il procedimento sopra spiegato, dovranno essere ricoperti con della cera fatta sciogliere in un pentolino, e quindi messi ad asciugare.