Come fare gli amaretti

Gli amaretti sono dei dolcetti davvero squisiti, molto simili a dei biscotti, anche se in tutta Italia ne esistono diverse versioni alcune che prevedono amaretti morbidi, altri croccanti, altri ricoperti ecc.. Ma a prescindere dalle specificità regionali, se anche voi amate questi dolcetti, ideali da esser consumati a merenda, a colazione, magari per accompagnare il gelato o per guarnire una torta, vediamo insieme come fare gli amaretti:

per preparare circa un centinaio di amaretti vi occorreranno 400 gr di mandorle già pelate, 280 gr di zucchero, 250 gr di zucchero a velo, 100 gr di albume d’ uovo, 6 gr di ammoniaca per dolci e 30 gr di mandorle armelline (noccioli di albicocca e pesca).

Dopo esservi procurati tutti gli ingredienti, cominciate pure a preparare i vostri amaretti tostando le mandorle in forno per qualche minuto a 200°, poi dopo aver eseguito questa operazione, trasferite le mandorle all’ interno di un tritatutto, aggiungete anche i due tipi di zucchero e tritate tutto insieme alla massima velocità, poi setacciate e ripetete l’ operazione più volte. Poi unite al composto l’ ammoniaca, gli albumi fluidi e mescolate con cura fino ad ottenere un impasto molto morbido, poi coprite il tutto con un canovaccio pulito e lasciate riposare in frigo per tutta la notte. L’ indomani riprendete l’ impasto, il quale risulterà più duro e ricavatene un centinaio di palline, quindi disponetele su di una teglia rivestita di carta da forno ed infornate in forno già caldo per 18-20 minuti a 180° in modalità statico sopra e sotto, poi trascorso il tempo necessario, sfornateli, lasciateli raffreddare e quindi serviteli, se poi intendete conservarli, disponeteli all’ interno di un contenitore di latta o in un vasetto di vetro e consumateli nel giro di una settimana.