Come fare gli arancini

Gli arancini di riso, o arancine, come li chiamano i siciliani, ovvero gli inventori di questi deliziosi timballi a base di riso, ragu, piselli, prosciutto e mozzarella dalla croccante panatura, sono amati in tutto il mondo e serviti come sostanzioso antipasto o come piatto unico insieme ad altre fritture all’ italiana. Se anche voi volete cimentarvi nella preparazione di questa leccornia, vediamo insieme come fare gli arancini:

per prima cosa per 6 arancini vi occorreranno una bustina di zafferano, 15 gr di burro, 250 gr di riso, un pizzico di sale, 550 ml di acqua, 100 gr di parmigiano grattugiato, poi per il ripieno invece vi occorrono sale e pepe q.b., mezza cipolla, una noce di burro, 50 gr di macinato di maiale, olio di oliva q.b., 100 ml di passata di pomodoro, 25 ml di vino rosso, 40 gr di piselli, 40 gr di scamorza e 50 gr. tra mozzarella e prosciutto cotto a cubetti, pangrattato, acqua ed olio per friggere q.b.

Cominciate lessando il riso nell’ acqua bollente salata, poi quando è cotto unitevi lo zafferano sciolto in un goccio d’ acqua ed unite il burro mescolando ed il formaggio grattugiato, poi trasferitelo su un vassoio e compattatelo, poi lasciate raffreddare. Intanto preparate il ragù ed a metà cottura unitevi i piselli e lasciate cuocere anch’ essi. Intanto tagliate a cubetti i formaggi ed il prosciutto per il ripieno. Quindi prendete un paio di cucchiai di riso, schiacciateli tra le mani, al centro sporcate con in ragù ed aggiungete un po di ripieno, quindi richiudete e modellate conferendo la classica forma. Poi in una ciotola montate la farina con l’ acqua ed il sale, tuffateci dentro gli arancini e poi rotolateli nel pangrattato, quindi friggeteli in abbondante olio di semi bollente. Quando saranno belli dorati potrete sollevarli e tamponare l’ olio in eccesso con qualche strappo di carta assorbente e servite pure.