Come fare gli onion rings

Gli onion rings, sono deliziosi  anelli  di cipolla pastellati e fritti, originari dell’ Inghilterra, paese da cui questa ricetta ha preso vita,  che viene realizzata a seconda delle diverse scuole di pensiero (può prevedere il latte, l’ acqua  fredda o la birra e può essere fritta in strutto, burro o olio di semi  a seconda dei gusti). Gli anelli di cipolla si prestano come le patatine fritte ad esser serviti per un aperitivo, una festa tra  amici, come farcitura di panini o come contorno di grigliate, inoltre solitamente prima di essere mangiati si intingono il varie salse, la più gettonata è la salsa barbecue ma  anche maionese, salsa tartara, ecc.. Solitamente vengono serviti nei pubs e nei fast foods, ma vediamo come fare gli onion rings:

per preparare circa 50 onion rings vi serviranno 250 g. di cipolle (meglio se di tropea), olio di arachidi per la frittura, 150 g. di farina, ½ cucchiaio di lievito in polvere, 500 ml di latte, 1 cucchiaio di olio di oliva, 1 uovo e sale.

Cominciate a sbucciare le cipolle, dividetele  a  metà in orizzontale e cominciate  a  staccare tutti gli anellini con delicatezza per evitare di romperli e trasferiteli in una bacinella con acqua e ghiaccio  e lasciate in ammollo per 30 minuti circa in modo che si rassodino notevolmente. Dopo asciugatele con cura e preparate la pastella mettendo in una zuppiera la farina setacciata, il sale ed il lievito in polvere, poi aggiungete il tuorlo sbattuto, il latte e l’olio d’ oliva ed amalgamate tutti gli ingredienti. Nel frattempo montate l’ albume  a neve ed unitelo delicatamente al composto mescolando dal basso verso l’ alto. In una padella antiaderente fate riscaldare abbondante olio di arachidi, poi prendete gli anelli di cipolla ed intingeteli nella pastella, eliminate gli eccessi e friggete in padella, pochi per volta, girateli spesso e quando sono belli dorati prelevateli e poggiateli su qualche strappo di carta assorbente per eliminare l’ eccesso d’olio. Serviteli caldi accompagnati da salsine varie.