come fare gli spaghetti alla chitarra

La pasta fatta in casa è una preparazione classica della cucina italiana, che si tramanda di generazione in generazione nel corso degli anni, soprattutto in passato, le massaie quasi tutti i giorni erano dedite alla preparazione di questo impasto, che poi poteva esser utilizzato per realizzare diversi formati di pasta. Ancora oggi sono tante però le persone che amano prepararsi la pasta fatta in casa, magari per riunirsi la domenica, tutti a tavola attorno ad un bel piatto di spaghetti alla chitarra fumanti, accompagnati da un sughetto leggero, o se preferite dal ragù della domenica, vediamo insieme allora come fare gli spaghetti alla chitarra:

l’ impasto utilizzato per questi spaghetti è a base di semola di grano duro, uova e un sale, da impastare e lavorare a lungo, poi l’ impasto viene fatto riposare, quindi steso a sfoglia e tagliato con l’ apposito utensile chiamato appunto chitarra. L’ impasto varia a seconda delle tradizioni di famiglia, la più nota per quattro persone si prepara con 400 gr. Di farina di grano duro ( o 200 gr. di grano duro e 200 gr. di semola), 4 uova ed un pizzico di sale grosso, disponendo su una spianatoia la farina a fontana, poi al centro di questa le uova e la presa di sale e si impasta tutto energicamente per un quarto d’ ora. Quando avrete terminato, l’ impasto dovrà riposare almeno un’ ora in un luogo fresco ( d’ estate in frigo), poi quando il tempo utile sarà trascorso, gettate un po di farina sulla spianatoia e con l’ aiuto del matterello stendete la sfoglia ( lo spessore dovrà essere intorno ai 5 mm.), poi per praticità tagliate la sfoglia in sezioni più piccole ed avvolgetela sul matterello infarinato, poi aiutandovi con questo adagiate la sfoglia sulla chitarra ed esercitate una certa pressione con il matterello, per realizzare gli spaghetti.