Come fare i capelli mossi

I capelli mossi sono da sempre un simbolo di femminilità e di sensualità e negli ultimi tempi boccoli e ricci sono tornati anche di gran moda.

Per fare i capelli mossi esistono moltissime tecniche diverse, da utilizzare a seconda del proprio tipo di capelli e dell’effetto che si vuole ottenere.

In generale per fare i capelli mossi è possibile utilizzare piastre o arricciacapelli, che vanno usati sui capelli asciutti, oppure pieghe più naturali che danno migliori risultati sui capelli umidi.

Vediamo, quindi, come fare i capelli mossi.

Come fare i capelli mossi: i bigodini

I bigodini sono certamente il metodo tradizionale per eccellenza per ottenere una capigliatura riccia o ondulata. I bigodini sono venduti in diverse misure, da scegliere tenendo conto della lunghezza dei propri capelli e ovviamente del tipo di effetto che si desidera ottenere; se il bigodino è più largo, il riccio ottenuto sarà più morbido, viceversa nel caso di bigodini più stretti.

Per applicare correttamente i bigodini dividete i capelli in 4/6 parti aiutandovi con un pettine e applicate i bigodini partendo dalle punte e arrotolando verso l’interno in maniera tale da assicurarvi anche un buon volume alla radice dei capelli. Se portate la frangia o un ciuffo più corto è bene raggruppare tutti i capelli in un unico bigodino, arrotolato sopra la fronte verso l’esterno.

Una volta applicati e fissati i bigodini passate ad asciugare i capelli con phon e diffusore.

Come fare i capelli mossi: le trecce

Se avete i capelli abbastanza lunghi e poca pazienza per fare i ricci con bigodini o piastra, allora potete ricorrere alle trecce, un metodo non modernissimo ma molto efficace. Anche le trecce devono essere fatte su capelli umidi, facendo attenzione all’effetto che si desidera ottenere.

Se volte mantenere i capelli lisci sopra e ricci sotto, allora fate le trecce basse, ovvero solo sulla lunghezza dei capelli, mentre se volete avere l’effetto mosso anche nella parte superiore, dovete dividere i capelli in due parti, una superiore alle orecchie una inferiore. A questo punto fate le trecce e passate all’asciugatura, da effettuare sempre con phon e diffusore.

Come fare i capelli mossi con la piastra

Altro metodo per fare i capelli mossi è utilizzare la piastra, quella che solitamente si impiega per lisciare i capelli.

Dopo lo shampoo e un’attenta asciugatura, applicate sui vostri capelli un prodotto specifico che li possa proteggere dal calore della piastra; passate poi ad applicare della spuma e frizionate i capelli su tutta la loro lunghezza.

Fatto questo, passate alla piastra; per ottenere l’effetto riccio o mosso è necessario ruotare le ciocche sulla piastra e applicare della lacca in modo da poter fissare il riccio. E’ necessario ripetere questo procedimento per ogni ciocca, facendo attenzione a dare ai capelli lo stesso riccio.

Se avete i capelli molto lisci ma non volete rinunciare all’effetto mosso, allora vi consigliamo di utilizzare una spuma specifica in modo da dare sostegno e volume ai capelli. Se invece avete già i capelli ricci o mossi ma volete cercare di disciplinarli e di eliminare quell’orrendo effetto crespo, allora optate per un olio fissante e idratante.