Come fare i fanghi

Quando la microcircolazione sanguigna viene compromessa, si assiste a un ingolfamento al di sotto del tessuto adiposo sottocutaneo.Il corpo manifesta questa situazione dando luogo a quell’inestetismo che tutti conosciamo con il nome di cellulite. Come combatterla? Tra i trattamenti più efficaci, un buon successo viene riscontrato dai fanghi anticellulite.

Perché i fanghi?

fanghi rappresentano una melma costituita dalla mescolanza di una componente solida con una componente liquida (acqua minerale o termale) e utilizzato in fangoterapia sotto forma di “impacco”. La componente solida ha una base inorganica costituita principalmente da argilla, e una organica che comprende microflora (batteri, alghe, diatomee, protozoi, etc.), microfaunahumus, composti humo-minerali e vegetali di diversa natura, derivanti principalmente dalla fase di maturazione dei fanghi stessi o dal loro precedente utilizzo.

Nella componente liquida distinguiamo l’acqua contenuta nel fango vergine, che impregna il fango nel giacimento di origine, dall’acqua minerale nel quale viene fatto maturare il fango.

Infatti, prima di poter essere utilizzato, il fango “grezzo” deve essere sottoposto ad un particolare processo di “maturazione”. Quello proveniente dalla sorgente, è sottoposto a macerazione per lungo tempo nell’acqua minerale, in modo che i granelli di argilla subiscano una trasformazione caricandosi di proprietà chimiche e chimico-fisiche dell’acqua in cui sono posti a macerare. Le acque minerali, oltre che a mineralizzare i fanghi, contribuiscono al processo di maturazione anche attraverso l’apporto di microorganismi e alghe.

Come funzionano questi fanghi per la cellulite?

I fanghi anticellulite

I fanghi sono annoverati tra i trattamenti estetici e curativi rivolti a eliminare i liquidi in eccesso, trattenuti nei tessuti di gambe, addome e fianchi. E non solo.

A seconda del tipo di fango possono avere diverse applicazioni su problemi della pelle.

I fanghi più utilizzati sono quelli anticellulite e vengono fatti con le alghe raccolte nei fondali marini e trattate secondo procedure che ne mantengono intatte le proprietà importanti come i sali minerali, capaci di incrementare gli scambi iono-osmotici e attivare il metabolismo delle cellule adipose.

fanghi anticellulite riattivano la circolazione e la microcircolazione, per questo motivo sono impegati per combattere ritenzione idrica, cellulite e vene varicose.

Oltre agli effetti tipici dei fanghi che aumentano la temperatura locale e aprono le porosità rendendo la cute più ricettiva alle sostanze attive, il fango alle alghe marine contiene fitoestratti, un pool di sostanze in grado di intervenire a diversi livelli sul catabolismo dei lipidi per cui si nota una riduzione dei cuscinetti molto rapida ed evidente.