Come fare i fichi secchi

I fichi secchi sono delle vere e proprie delizie della gastronomia, tramandate di generazione in generazione. In commercio è possibile trovare dei fichi secchi già confezionati e pronti per esser consumati, soprattutto nel periodo delle festività natalizie o a capodanno in quanto, insieme ad altra frutta secca, i fichi sono il simbolo delle feste. Spesso possiamo trovarli anche tagliati a metà e farciti al loro interno con nocciole o mandorle tritate e poi ricoperti di cioccolato fondente fuso o miele. Chiaramente preparare i fichi secchi in casa è tutta un’ altra cosa, oltre alla soddisfazione di preparare qualcosa con le proprie mani infatti anche il sapore è molto più buono. Se anche voi avete voglia di preparali, secondo il metodo tradizionale, vediamo insieme come fare i fichi secchi:

il periodo ideale per preparare i fichi secchi è quello estivo, quando i fichi si trovano in abbondanza. Se possedete un essiccatore professionale, potrete tagliare a metà i fichi e poggiarli negli appositi vani dell’ essiccatore ed azionarlo, ma il risultato non sarà soddisfacente come il metodo tradizionale, usato dalle nostre nonne. Si tratta di tagliare a metà i fichi, senza separare le due metà e di esporli al sole, poggiati su di un vassoio di metallo, coperti con del tulle, per una decina di giorni. Durante questo lasso di tempo, dovrete avere l’ accortezza di girarli spesso per essiccarli in maniera uniforme, il tempo necessario affinchè questo processo sia terminato, dipenderà soprattutto dalla temperatura e dal tasso di umidità, in zone particolarmente calde ed umide, il processo di essiccazione è più rapido. Una volta completata l’ essiccazione, potrete farcire i vostri fichi secchi con pezzetti di frutta candita o mandorle e nocciole tritate e poi cuocerli in forno a 200° per una quindicina di minuti. Quando saranno cotti, potrete cospargerli di miele o di cioccolato fuso.