Come fare il decoupage

Il decoupage è un hobby oggi molto diffuso in quanto permette di creare moltissimi oggetti, lasciando ampio sfogo alla fantasia e alla creatività. Partendo da una serie di tecniche di “base” è infatti possibile personalizzare molto le proprie creazioni, dando così il proprio tocco personale.

La parola decoupage viene dal francese e letteralmente significa “ritagliare”; fare il decoupage consiste essenzialmente nella decorazione di oggetti con figure ritagliate dalla carta.

Prima di vedere come fare il decoupage, anche se si è alle prime armi con il fai da te, è bene precisare che questa tecnica decorativa può essere utilizzata per qualunque tipo di materiale; legno, plastica, ma anche carta, vetro sino alle pareti di casa!

Qualunque sia l’oggetto che decidiate di decorare e a prescindere dal materiale, la tecnica da seguire è sempre la stessa, sebbene siano necessario qualche piccolo aggiustamento a seconda del materiale di fondo. Indispensabili per fare il decoupage sono le illustrazioni che chiaramente potete scegliere a seconda del vostro gusto personale e posizionare sull’oggetto da decorare come meglio credete. L’unica cosa da tenere a mente è che l’effetto finale sarà migliore quanto più piccolo sarà lo spessore delle decorazioni impiegate.

 

Come fare il decoupage: i materiali

Per fare il decoupage dovete procuravi una serie di materiali indispensabili, ovvero:

  • Illustrazioni di carta
  • Forbici dritte e a punta curva
  • Taglierino
  • Bisturi
  • Colla vinilica
  • Flatting, ovvero la vernice impermeabilizzante per pareti
  • Pennelli
  • Scotch rimovibile
  • Matita

 

Una volta che vi sarete procurate il materiale, potete iniziare la vostra decorazione.

Come detto il decoupage si può fare su oggetti di qualsiasi materiale e in linea di massima la preparazione del fondo è più o meno la stessa; delle piccole variazioni vi sono solo nel caso in cui il fondo sia impermeabile o poroso. Nella prima categoria di materiali rientrano il vetro, la ceramica, la plastica e i metalli.

Nel caso in cui l’oggetto da decorare sia di recupero, prima di procedere con il decoupage dovete eliminare qualunque traccia di vernice o di cera, servendovi di carta vetrata o ammoniaca, mentre nel caso in cui l’oggetto è nuovo, il consiglio è di isolarlo con una mano di cementite. Se l’oggetto è di legno naturale, allora sarà sufficiente una buona carteggiata prima di procedere.

Quando il fondo sarà ben pronto, potete procedere alla scelta delle illustrazioni; selezionate le immagini, cominciate a ritagliarle servendovi di una forbice o di un taglierino e facendo sempre molta attenzione nel seguire i bordi delle immagini; si tratta di un lavoro di estrema precisione e da eseguire con la massima cura.

Quando tutte le immagini saranno pronte prima di incollarle è necessario decidere il disegno che intendete creare; una volta che vi sarete fatte un’idea ben chiara del risultato finale da ottenere, potete cominciare a incollare le illustrazioni servendovi del nastro adesivo, per poi ricalcare i bordi delle immagini con una matita.

Fatto questo rimuovete le immagini e preparate una soluzione di acqua e colla vinilica con 4/5 parti di colla e circa 1 litro d’acqua; cominciate a spennellare le immagini da incollare con il composto preparato e incollatele sull’oggetto all’interno dei bordi tracciati. Per fissare alla perfezione il disegno sull’oggetto è fondamentale ripassare una mano di colla, facendo attenzione nello stenderla uniformemente. Ripetete questa operazione con tutte le illustrazioni da incollare e quando le avrete fissate tutte spennellate l’oggetto interamente di colla, quindi anche sulle parti non decorate.

Quando la colla sarà perfettamente asciutta passate una mano di flatting trasparente su tutto l’oggetto, lasciate asciugare e procedete con una seconda passata. Ricordate che il flatting crea una leggera velatura, quindi se il vostro oggetto è a fondo bianco diventerà di color beige.