Come fare il detersivo per i piatti

L’ impiego di un detersivo per i piatti è indispensabile in un’ abitazione ed in commercio ne esistono svariate marche, ognuna delle quali promette determinate fragranze, livelli  di sgrassatura ed efficacia. Bisogna però tenere presente che questi prodotti inevitabilmente inquinano l’ ambiente, certo alcuni di più altri di meno, ma se tenete al vostro pianeta, potreste utilizzare dei detersivi preparati da voi stessi, con ingredienti naturali, o quanto meno alternarne l’ utilizzo. Vediamo allora come fare il detersivo per i piatti:

per realizzare un ottimo detersivo per i piatti che sia eco-compatibile ed efficace vi occorrono pochissimi ingredienti, i quali sono però molto efficaci, i limoni ad esempio, hanno un forte potere sgrassante e deodorante, poi l’ aceto, che funge anche da  anti-calcare, il sale disinfettante e naturalmente l’ acqua. Per preparare questa prima ricetta di detersivo naturalmente profumato, si procede spremendo due o tre limoni, versando il succo nel  bicchiere del frullatore, dove aggiungerete anche la buccia ( precedentemente tagliata in maniera grossolana) ed un paio di cucchiai di sale. Azionate il frullatore e versate la purea ottenuta in una pentola con acqua ed aceto portata ad ebollizione e lasciate cuocere per altri 15 minuti. Una volta che il composto sarà freddo potrete trasferirlo in un vecchio flacone di detersivo ed utilizzarlo come di consueto.

Una variante di detersivo per i piatti, pensata per chi non ama il profumo troppo forte del limone è data dal bicarbonato di sodio, il quale dovrà essere versato, nella quantità pari ad un cucchiaio, all’ interno di un flacone di sapone liquido delicato e per un’ azione ancora più sgrassante potreste aggiungere poche gocce di un olio essenziale adatto, come ad esempio il tea tree oil, oppure l’ olio essenziale di menta, agitare il tutto ed utilizzarlo per i normali lavaggi, con l’ aiuto di una spugnetta.