Come fare il frisè

Il frisè ai capelli è un trend che arriva direttamente dagli anni 80’,quando in casa praticamente ogni donna  aveva una piastra per realizzarlo. Come è noto la moda è ciclica, pertanto non è insolito vedere attrici e cantanti riproporlo, del resto il fascino di una chioma voluminosa e bella gonfia è sempre irresistibile, soprattutto per chi ha i capelli lisci o sottili. Vediamo insieme come fare il frisè:

lavatevi i capelli il giorno prima di quello in cui andrete a  realizzare la vostra messa in piega frisè, il naturale sebo dei capelli infatti fungerà da schermo protettivo per i capelli, i quali anche se in maniera occasionale, comunque con la piastra subiscono uno stress. Per la stessa ragione lavate i capelli con detergenti delicati ed applicate una dose generosa di balsamo. Passate poi all’ asciugatura, ricordate che sui capelli ricci il frisè sarebbe pessimo, quindi se li avete di questa tipologia, dovrete prima stirarli ( magari applicando prima un termo-protettore). Poi mettete la vostra piastra  a riscaldare ( se essa è a  vapore, mettete l’  acqua nell’ apposito vano), quando sarà calda  al punto giusto potrete utilizzarla. Ora suddividete i vostri capelli in sezioni, dovrete legare i capelli sulla base della testa, mentre gli altri capelli resteranno sciolti dietro. Dai capelli sciolti prendete una prima ciocca ed inseritela nella piastra, schiacciate ed aspettate alcuni secondi ( se si tratta del modello a  vapore, schiacciate anche il tasto per la fuoriuscita di vapore), poi passate più giù man mano fino alla fine della ciocca e passate alle ciocche successive. Se dovete recarvi in discoteca, ad una festa o si tratta di un’ occasione particolare, per un look più scolpito prima di passare la piastra, spruzzate la ciocca con della lacca, poi fissate la capigliatura con della cera per capelli. Avrete così creato la vostra base ma se vi fa piacere potrete arricchire ancora di più l’ acconciatura con dei fermagli o delle mollettine.