Come fare il latte di mandorle

La mandorla è un frutto utile a garantire al nostro organismo un grosso quantitativo di Sali minerali,  proteine, omega 3 e fibre. Oltre ad essere molto utili alla salute se consumate con moderazione, sono anche molto gustose, esse infatti vengono ampiamente utilizzate in preparazioni dolci e salate, come gelati, torte, pollo alle mandorle ecc.. Molte persone, soprattutto in estate sono solite gustare una bevanda saporita e rinfrescante ricavata proprio da questo frutto, avvero il latte di mandorle, perché allora anziché acquistarlo, non lo prepariamo noi stessi? Vediamo allora come fare il latte di mandorle:

innanzitutto dovrete procurarvi gli ingredienti necessari alla preparazione di circa due litri e mezzo di prodotto, ovvero un lt. di  acqua, 200 g. di mandorle dolci, 80 g. di mandorle tosate, 2 kg. di zucchero semolato.  Ora con tutti gli ingredienti pronti potrete passare alla realizzazione vera e propria della ricetta spellando per prima cosa le mandorle, lasciandole prima in ammollo per qualche minuto in acqua bollente in modo tale da facilitarne la rimozione. Poi ponete il forno a 180 gradi per 5 minuti affinchè si tostino. Trasferitele poi quando saranno fredde in un mixer insieme all’ acqua ed azionatelo fino a  quando sarà tutto perfettamente sminuzzato. A questo punto filtrate per bene il composto attraverso un canovaccio pulito, strizzando bene con le mani e raccogliete il liquido in un recipiente, all’ interno del quale aggiungerete anche lo zucchero. Trasferite poi in una pentola, portatela sul fuoco e lasciate cuocere per 5 minuti dopo l’ ebollizione. Quindi spegnete il fuoco ed imbottigliate nelle bottiglie di vetro, lasciate poi raffreddare prima a  temperatura ambiente e poi trasferite tutto in frigo e lasciate li fino al momento di servire la vostra bevanda analcolica. La polpa che sarà avanzata chiaramente non va buttata ma potrete riutilizzarla in altre perparazioni.