come fare il liquore al mandarino

Il liquore al mandarino è un liquore preparato con l’ omonimo agrume, esso tradizionalmente è preparato in casa, ma non è raro trovarlo anche in commercio, prodotto a livello industriale, spesso sotto il nome di mandarinetto. Questo liquore è tipico siciliano, in questa regione infatti, dopo un abbondante pasto è “d’ obbligo” sorseggiare un bicchierino di liquore al mandarino come  digestivo. Il liquore al mandarino spesso si rende protagonista anche come ingrediente per legare le macedonie di frutta, come bagna per dolci ecc.. Perchè allora non provare a farlo con le nostre mani? Vediamo insieme nel dettaglio come fare il liquore al mandarino:

per preparare mezzo litro circa di liquore al mandarino, dovrete procurarvi dei semplici ingredienti, vale a dire  acqua 250 ml, zucchero 250 g, mandarini (possibilmente siciliani) non trattati 5 ed alcol puro 250 ml. Poi con tutti gli ingredienti pronti, cominciate la fase pratica della realizzazione del liquore al mandarino, proprio partendo dagli agrumi che ne costituiscono l’ ingrediente principale, lavateli quindi con cura sotto il getto dell’ acqua fredda, poi asciugateli bene e con l’ aiuto di  un pelapatate, sbucciate i mandarini evitando  la parte bianca ed amara della buccia, raccogliendo solo lo strato arancione.  Le scorze poi dovranno esser trasferite all’ interno di una brocca di vetro e dovrete ricoprirle con l’ alcol, poi coprire con della pellicola per alimenti e lasciate macerare al buio per un paio di settimane. Ultimata la macerazione continuate  a preparare il liquore  versando lo zucchero in un tegamino dal fondo spesso ed aggiungete l’ acqua, fino a formare uno sciroppo denso, quindi spegnete. Lasciate raffreddare lo sciroppo ed unitelo al macerato nella brocca e filtrate tutto, poi imbottiglierete e lascerete un mesetto a riposo prima  del consumo.