come fare il liquore al sambuco

Un liquore piuttosto noto, il quale è possibile acquistare nella grande distribuzione, in bottiglie già preparate a livello industriale, è sicuramente il liquore di sambuco, ma chiaramente prepararlo in casa, è tutta un’ altra cosa ed è sicuramente più genuino. Prepararlo noi stessi, coma da  antica tradizione, sicuramente ci darà anche una certa  soddisfazione e  qualora lo regalassimo, ci farà fare una bella  figura ed apprezzare da tutti. Se anche voi allora desiderate realizzare questo liquore con le vostre mani, magari per sorseggiarlo per un fine pasto, vediamo insieme come fare il liquore al sambuco:

per preparare una bottiglia di liquore vi serviranno 300 g. di bacche di sambuco, mezzo litro d’ acqua, 300 g di zucchero e mezzo litro li alcool puro da 90°. Come avrete notato gli ingredienti sono pochi ed anche la preparazione del liquore è molto semplice, si parte disponendo le bacche di sambuco, precedentemente lavate con cura ed asciugate,  in un contenitore dotato di chiusura ermetica, poi ricoprite le bacche con l’alcool e lasciate a macerare in un punto buio e fresco della casa per una quarantina di giorni, avendo l’ accortezza di agitare di tanto in tanto il contenitore. Al termine dei 40 giorni sarete pronti per filtrare l’alcool servendovi di un canovaccio pulito, il quale infine dovrà essere ben strizzato, per recuperare il più possibile l’ estratto di sambuco. Poi dedicatevi alla preparazione dello sciroppo facendo bollire l’acqua in un tegame insieme allo zucchero, che dovrà sciogliersi. Poi dovrete lasciar raffreddare lo sciroppo ed unirlo all’ alcool aromatizzato. Bisognerà filtrare nuovamente il tutto per poi imbottigliarlo. Lasciate riposare il liquore di sambuco per 1-2 mesi in un luogo fresco, prima di consumarlo.