come fare il pane di semola

Il pane di semola è un pane casereccio, molto amato e preparato soprattutto nel sud- Italia, dove questo pane viene chiamato talvolta in gergo anche “pane cafone”. Questo pane viene preparato con farina 0, molto efficiente e performante nelle lunghe lievitazioni e di semola rimacinata di grano duro, quindi non raffinata, la quale dona al pane un sapore deciso e corposo. Se preparato come vuole la tradizione, ovvero dopo averlo impasto, lo si lascia a lievitare tutta la notte per poi cuocerlo l’ indomani, otterremo un pane dalla crosta croccante e bella dorata ed una mollica alta e ricca di alveoli. Se anche voi allora desiderate provare questo classico della cucina povera e casereccia, vediamo insieme come fare il pane di semola:

per la prima fase vi occorrono lievito madre 35 g , farina 0 40 gr, acqua 25 ml. Poi per la seconda fase farina 0 450 gr, acqua 25 ml. Per l’ ultima fase invece farina di semola rimacinata di grano duro 200 gr q.b., acqua 250 ml, sale 12 gr e farina 0 225 gr. Dopo aver preparato gli ingredienti preparate il primo impasto versando in un recipiente il lievito e l’acqua, fatelo sciogliere ed unite la farina 0. Lavorate l’ impasto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo, appallottolate e lasciate lievitare per 3 ore coperto, nel forno con la luce accesa. Preparate poi il secondo impasto sciogliendo il primo composto in acqua ed aggiungete la farina 0. Quindi impastate e lasciate lievitare come per il primo impasto. Dedicatevi poi all’ ultima fase impastando il composto con metà dell’ acqua, poi aggiungete la farina a pioggia alternandola al resto dell’ acqua salata. Impastate poi l tutto e ripiegate più volte, quindi lasciate a riposo una mezzora. Poi cospargete con della semola, disponete sulla teglia, coprite con un canovaccio e lasciate lievitare per circa 10 ore. Infornate quindi per 20 minuti a 200°, poi sfornate, lasciate raffreddare e servite pure.