come fare il primo passo

Fare il primo passo non è mai facile, sia che siate delle ragazze, sia che siate dei ragazzi, è molto complesso infatti, mettersi in gioco, esporsi, e soprattutto sottoporsi all’ eventuale rischio di un rifiuto, ma è pur vero che se non ci si butta, mai potremmo sapere se il nostro sforzo sarebbe stato premiato. La timidezza e l’ ansia da prestazione possono fare brutti scherzi e renderci anche meno affascinanti e piacevoli di quello che siamo, ma con un minimo di auto-controllo possiamo affrontare qualsiasi situazione. Vediamo nel dettaglio allora come fare il primo passo:

se vi siete innamorate di un vostro collega di lavoro, del vostro compagno di classe, di un commesso tanto simpatico di quel negozio dove andate spesso, potrebbe succedere di trovarsi in una situazione particolare in cui, lui sembra ricambiare il vostro interesse, vi sorride sempre, con voi è più gentile e premuroso che con gli altri, magari vi ha fatto anche qualche complimento, ma poi il tutto finisce li. Quando vi vede, anche lui, esattamente come voi, sembra vedere il sole, ma non  si va mai oltre e voi giustamente non riuscite a  capire se la sua gentilezza è una costante del suo carattere e non nasconde un reale interesse nei vostri confronti, è naturale che siate smarriti e non capiate bene le sue intenzioni. A questo punto l’ ideale sarebbe prendere voi stessi l’ iniziativa.  Raccogliete tutto il vostro coraggio ed affrontatelo, se ad esempio si tratta del commesso di un negozio, per non sentirvi in imbarazzo se ci sono altre persone presenti, potreste lasciargli un bigliettino con il vostro numero di telefono, mettendoglielo direttamente tra  le mani. A questo punto non vi resterà che aspettare e sperare che lui vi chiami. Se invece si tratta di una persona che conoscete bene, come ad esempio un vostro amico o un collega, in questo caso vi “toccherà” essere più diretti, magari dopo il lavoro o la scuola, ditegli che dovete parlargli, poi arrivato il momento utile, ditegli che lui vi piace molto ed invitatelo a  prendere un caffè o a  cena. Non preoccupatevi se dovesse rifiutarvi, sarà stato sicuramente meglio provarci che restare in questo spiacevole limbo.