come fare il punto erba

Il punto erba è uno di quelli che è fondamentale saper fare se si vuole ricamare delle cose a mano. È per fortuna un punto molto semplice da realizzare con il quale si possono ricamare disegni anche molto complessi ed è adotto ad ogni tipo di stoffa.

Vediamo allora come realizzare un ricamo a punto erba.

Per prima cosa prendiamo la stoffa che intendiamo ricamare e sistemiamola su un telaio o stendiamola su di una superficie piana. Con una penna adatta alla stoffa disegnate il ricamo che volete realizzare facendo molta attenzione a non sbagliare. Nelle mercerie specializzate troverete asciugamani, tovaglie, cuscini e molte altre idee con i ricami prestampati.

Tagliate il filo ad una lunghezza massima di 40 cm che è la lunghezza ideale visto che il filo tende ad attorcigliarsi rendendo il ricamo poco omogeneo ed utilizzatelo a due, massimo tre capi alla volta.

Evitate il nodino per fermare il filo perché rovina il retro del ricamo. Per iniziare il lavoro in maniera pulita seguite queste istruzioni: Con l’ago prendete pochi millimetri di stoffa tirate fino a lasciare solo pochissimo filo ora prendete una stessa distanza di stoffa e fatela uscire leggermente più avanti dell’ultimo foro d’entrata e sistemate la piccolissima parte di filo sotto il punto stesso.

Procedere con il punto erba in questo modo: Tenete il filo verso destra e prendete ancora pochi millimetri di stoffa e fate uscire l’ago nell’ultimo foro d’entrata del punto precedente.

Per chiudere il filo puntate a pochi millimetri di distanza ma fate scendere l’ago e al rovescio fate due o tre sotto punti più piccoli andando nella direzione opposta.

Nota bene dovete puntare l’ago sempre sul disegno e alla stessa distanza affinché il punto risulti omogeneo e il ricamo più bello. Nelle curve girate il telaio così sarà più semplice lavorare.