come fare il riso freddo

Il riso freddo, sia  esso basmati, perboiled, verere etcc..è il piatto tipico della tradizione italiana, che va consumato rigorosamente freddo o a temperatura ambiente, gli ingredienti che vi si usano per condirlo infatti, sono quasi sempre crudi. Questo piatto unico, si presta ai condimenti più disparati che possono accontentare i gusti di tutti e può rappresentare pertanto anche un piatto utile a riciclare gli avanzi di cibo e/o i prodotti in scadenza che abbiamo in frigo. Il riso freddo è perfetta per arricchire un buffet di compleanno o per soddisfare ospiti che si presentano all’ ultimo minuto, inoltre questa insalata ben si presta ad esser trasportata ad esempio al mare, durante le giornate estive per il pranzo o per una gita fuori porta in compagnia, ma anche per portarsi il pranzo al lavoro. Se anche voi allora volete prepararla, vediamo insieme come fare il riso freddo:

 

per preparare un’ ottimo riso freddo, la tipologia di riso più indicata è quella fine, ovvero Ribe, Veneria, S. Andrea ed Arborio. Se invece desiderate preparare un’ insalata di riso sofisticata e di sicuro effetto, potreste scegliere il riso Venere. In alternativa, per dare alla nostra insalata un tocco “orientale”, possiamo scegliere il riso basmati, dal chicco sottile e lungo, tipico delle pietanze giapponesi. Dovrete cuocerlo in abbondante acqua salata e scolarlo al dente, quindi dovrà cuocere per un massimo di 15 minuti). Passatelo poi sotto il getto d’ acqua fredda per bloccarne la cottura e scolatelo ancora una volta, poi lasciatelo asciugare. A questo punto potrete sbizzarrirvi con i condimenti e realizzare i più disparati accostamenti. Se volete andare sul classico, utilizzate un preparato per condire il riso a base di sottoli e mescolate, poi aggiungetevi verdure miste crude o sbollentate tagliate a cubetti o alla Julienne, aggiungete cubetti di cotto o wurstel tagliati a fettine e formaggio dolce a cubetti, qualche oliva verde per guarnire e se vi piace aggiungete della maionese.